La consulenza tecnica su Agrifactoring

Come noto  il Tribunale di Perugia si ritenuto competente delle imputazioni di bancarotta per i fatti successivi alla dichiarazione di insolvenza di Federconsorzi, in quanto tra gli imputati vi era un magistrato della sezione fallimentare di Roma.

Per quello che riguarda i reati commessi prima, la competenza rimasta al Tribunale di Roma che ha imputato per bancarotta  53 tra amministratori e sindaci. Tale processo non ancora uscito dal "porto delle nebbie", n si capiscono i tempi

Il P.M. di Roma, dr. Settembrino Nebbioso,  molto noto al grande pubblico per il suo ruolo di giudice sportivo, nell'ambito dell'inchiesta sulla bancarotta di Federconsorzi. ha "curiosamente" depositato una consulenza tecnica collegiale, compiuta da Giovanni Marino e Giuseppe Pazzaglia. A nostro giudizio questo fatto da solo dimostra la stretta correlazione tra le vicende Agrifactoring e quelle Federconsorzi, se non basta il legame costituito dai 910 miliardi di crediti di Agrifactoring verso Federconsorzi.

Il prof. De Nova, difensore della liquidazione Federconsorzi, in una causa civile, ha insinuato che invece l'attenzione che l'estensore di queste note tra l'intreccio delle due vicende nasconde interessi sospetti. Noi riteniamo che, per usare un'espressione mutuata da Cordero, questa affermazione non giova alla reputazione del prof. De Nova, in quanto dialettico.

Segnaliamo, inoltre, un ulteriore intreccio, che stranamente, non appare rilevato da alcuno.

Il prof Francesco Vassalli ha ricoperto  l'incarico di vicepresidente dell'Agrifactoring dal 1 luglio 1991 alla data di messa in liquidazione (4.10.91).

La consulenza tecnica di 361 pagine; ci si riserva di pubblicarne ampi stralci dei passi salienti