VERBALE 27 settembre 2001

 

Viene introdotto il testimone Canestrini Gabriella che presta il giuramento di rito.

Il Presidente invita il testimone a fornire le proprie generalità.

GABRIELLA CANESTRINI: Canestrini Gabriella nata ad Amelia il 9/2/1961, abitante a Roma, Via delle Nespole 69.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): la sua attività?

GABRIELLA CANESTRINI: impiegata.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): dove?

GABRIELLA CANESTRINI: al Ministero del Tesoro.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): da quando?

GABRIELLA CANESTRINI: 1989.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Pubblico Ministero, le sue domande.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): dunque, lei è stata dipendente Fedit in quali periodi e con quali mansioni?

GABRIELLA CANESTRINI: allora, sono entrata come dattilografa nel 1978 o ’79, non ricordo, e fino al...  1992, che sono entrata al Ministero del Tesoro... no scusi, sbaglio, nel ’96.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): lei si è interessata di... mansioni attinenti al movimento cambiario della Federconsorzi?

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): anche in relazione al sequestro delle cambiali fatto dall’Autorità Giudiziaria di Perugia?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, l’ultimo periodo, quando stavo con l’Avvocato Lettera.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): quindi lei per questo periodo ha collaborato con l’Avvocato Lettera.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): per quanto riguarda queste cambiali sequestrate qual erano i problemi?

Cosa bisognava fare?

GABRIELLA CANESTRINI: parla dell’ultimo periodo, quando stavo sempre con Lettera?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì; mi riferisco all’inventario.

Lei ha partecipato con l’Avvocato Lettera a inventariare queste cambiali?

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e venne disposto un primo elenco provvisorio.

Mi può confermare se questo documento... c’è anche la sua firma qui.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Ufficiale Giudiziario, può mostrare.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): che cos’è, Pubblico Ministero?

GABRIELLA CANESTRINI: è una... cioè, le cambiali che esaminavamo, per cui...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): è un inventario delle cambiali rinvenute?

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): perfetto.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): in che senso era provvisorio questo elenco?

GABRIELLA CANESTRINI: forse quando l’ho detto ancora dovevamo finire di fare l’inventario, di controllare, di mettere a confronto.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): cioè, le cambiali, il numero delle cambiali era quello, era definitivo?

GABRIELLA CANESTRINI: penso di sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): lei aveva dichiarato che la provvisorietà riguardava l’attribuzione delle singole cambiali alla categoria dei finanziamenti speciali oppure le cambiali agrarie.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma che l’importo e il numero era comunque quello indicato in questo elenco.

Allora, torniamo un attimo indietro, all’ottobre ’93, in Via Curtatone, che allora era la sede della Fedit.

Lei si ricorda di trasferimenti di cambiali da Fedit a S.G.R., trasferimenti materiali?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, ricordo vagamente, non è che ho partecipato al trasferimento.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma cerchi di essere un pochino più precisa; cioè, cosa vide fare?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): la domanda è se lei ha assistito, innanzitutto...

GABRIELLA CANESTRINI: indirettamente.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): guardi, la parola indirettamente è inesistente...

GABRIELLA CANESTRINI: cioè non ho partecipato, non ho...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ...è illogica la risposta.

Innanzitutto le chiedo se lei ha assistito, quindi non si può assistere indirettamente, o si assiste o non si assiste.

GABRIELLA CANESTRINI: assistere indirettamente significa essere di passaggio e guardare alcuni movimenti.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): allora spieghi in che senso ha assistito, è diverso.

Quindi, lei ha visto alcuni movimenti, spieghi che cosa ha visto.

GABRIELLA CANESTRINI: guardi, sinceramente ora non mi ricordo, di preciso non mi ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): le ricordo quello che disse all’epoca, la signora ha dei problemi, quindi capisco che possa... comunque lei all’epoca dichiarò: “Circa la presenza di queste cambiali posso dire che nell’ottobre ’93 circa un metro cubo di documenti cartacei, ossia tutte le cambiali ordinarie e agrarie, relativi timbri dei procuratori Fedit, mi pare anche tre computer, uno sicuramente lo rividi in S.G.R. ed era lo stesso, con i dati relativi, vengono trasferiti alla S.G.R. in Via Visconti”.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quindi questo è vero.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): “Non so se qualcuno abbia firmato un verbale di consegna”, diceva.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, non lo so.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): voglio dire, chi è che partecipava a questa operazione di trasferimento?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): da chi era... chi c’era, persone che lei conosceva?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo, sinceramente non ricordo.

Certo, conoscevo, erano colleghi, non erano estranei, però non ricordo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): colleghi di Fedit?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì, certo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): allora, ma c’era all’epoca un inventario di queste cambiali?

GABRIELLA CANESTRINI: penso di sì, senz’altro, non venivano tenute le cambiali senza la relativa corrispondenza.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): lei all’epoca disse: “L’inventario di tali effetti preesisteva a tale consegna, comunque era ricostruibile tramite computer”.

GABRIELLA CANESTRINI: certo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): “Ricordo, tale inventario tabulato consentiva di ricondurre ogni cambiale sia al debitore sia al C.A.P. di competenza - e specificava – ad esempio, l’agricoltore che aveva acquistato il trattore di proprietà Fedit, ma in deposito presso il C.A.P.”.

GABRIELLA CANESTRINI: certo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): quindi lei ricorda... presume non solo che ciò avvenisse, ma ricorda di aver visto addirittura un documento cartaceo, un tabulato, da cui si desumevano tutti i dati necessari per...

GABRIELLA CANESTRINI: sì, certo, esisteva.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...sistemare contabilmente queste cambiali.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e consentiva inoltre di sapere il numero di protocollo, l’importo ed ogni altro dato relativo ai titoli.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): allora, questo tipo di contabilità quando veniva aggiornata?

GABRIELLA CANESTRINI: ogni qualora si mandava un effetto... qualora usciva un effetto o entrava, si aggiornava questo tabulato.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): questo avveniva nell’ottobre ’93, questo trasferimento di questo metro cubo di documenti, cambiali.

Lei nel ’93 si trasferì in altro ufficio?

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ebbe più a che fare con queste cambiali?

GABRIELLA CANESTRINI: no.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ne risentì parlare quando?

GABRIELLA CANESTRINI: dopo due o tre anni, tre anni, mi sembra.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): novembre ’95?

GABRIELLA CANESTRINI: sì... non ricordo le date precise, comunque se avevo dichiarato...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì, lei dichiarò novembre ’95...

GABRIELLA CANESTRINI: cinque anni fa ero...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...comunque due o tre anni...

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): che cosa successe?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Pubblico Ministero, queste dichiarazioni che lei contesta quando sono state rese?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sono state rese il 13 agosto ’96.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): grazie.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ci stiamo dentro insomma, per forza.

Quindi, diciamo, novembre ’95; perché lei si interessa di nuovo di queste cambiali?

GABRIELLA CANESTRINI: mi chiamò il mio capo ufficio...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): come si chiama?

GABRIELLA CANESTRINI: Ciatti, se non sbaglio, e mi disse se potevo rioccuparmi di nuovo di questi effetti, di queste cambiali.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): che cosa doveva fare?

GABRIELLA CANESTRINI: io personalmente, di mia iniziativa, niente; prendevo delle direttive da S.G.R. e lavoravo questi effetti.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): prendeva direttive da S.G.R....

GABRIELLA CANESTRINI: adesso mi sfugge senz’altro...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): .. la quale S.G.R. utilizzava le cambiali secondo le sue necessità?

GABRIELLA CANESTRINI: non secondo le necessità di S.G.R., secondo se l’effetto andava in scadenza, se l’effetto andava portato al Legale perché non pagato... quindi loro mi dicevano cosa dovevo fare con le cambiali.

Quindi non so: “La cambiale X entro domani va al Legale”, e così...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): oppure, se il cliente aveva pagato, va restituita.

GABRIELLA CANESTRINI: oppure, sì, se era stato pagato, andava restituito.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): è successo mai che le diedero disposizione di bancare le cambiali?

GABRIELLA CANESTRINI: di mandarle alla banca?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì.

GABRIELLA CANESTRINI: fu un solo caso, mi sembra, un solo plico di cambiali andarono alla banca.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): si ricorda qual era la banca?

GABRIELLA CANESTRINI: se non mi sbaglio, era il San Paolo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì; l’importo complessivo di quant’era?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo, un miliardo, due, non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): all’epoca disse due miliardi.

Quindi, in banca non andavano queste cambiali; la destinazione qual era, o il cliente pagava e veniva restituita, oppure?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, oppure il Legale per l’azione legale dell’effetto scaduto.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): in forza di questi movimenti lei quali annotazioni doveva fare?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo, senz’altro la lettera di accompagno quando l’effetto andava restituito.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, ma sul... veniva tenuta una contabilità interna?

GABRIELLA CANESTRINI: no, io no.

Cioè, sottrarre l’importo che usciva da un totale, no, non ricordo, non mi sembra.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma lei aveva un computer in cui annotava, scaricava le... come funzionava?

GABRIELLA CANESTRINI: no, no.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): perché qua aveva detto: “Per effettuare lo scarico sul computer di questi effetti in scadenza...”...

GABRIELLA CANESTRINI: guardi, se non erro, erano stati scaricati dal computer quelli che erano andati al San Paolo, ma non lo feci da sola perché non mi ricordavo.

Nel computer, negli ultimi anni che... in questo periodo che stiamo parlando, io non avevo questi dati al computer; prima, precedentemente.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): le viene affiancato qualcuno da S.G.R.?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, la collega che mi aiutò a... se non sbaglio, quando abbiamo mandato gli effetti in banca, la signora Stella Perazza e forse Antonio Visco, o Giannarelli, non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): Perazza, Maria Stella?

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): allora, quindi siamo nel novembre ’95 e le cambiali tornano in Federconsorzi?

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): lo stesso metro cubo che era partito?

GABRIELLA CANESTRINI: no, non lo so.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ci arriviamo, è un po’...

E le portarono chi?

GABRIELLA CANESTRINI: i colleghi di S.G.R., se non erro.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): cioè, si ricorda chi erano?

GABRIELLA CANESTRINI: no.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): all’epoca disse Antonio Visco e Maria Stella Perazza.

GABRIELLA CANESTRINI: senz’altro.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma lei collaborò a questo rientro in qualche maniera? Andando in S.G.R....

GABRIELLA CANESTRINI: no, la prima giornata che arrivarono questi effetti no.

Mi sembra successivamente, i giorni successivi andai ad S.G.R. a sistemare, ad aiutarli a sistemare un attimino gli effetti dall’armadio alla scatola, insomma, diciamo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): quindi, se non abbiamo capito male, Visco e Perazza riportano gli effetti...

GABRIELLA CANESTRINI: parti delle cambiali, quel giorno, che io vidi arrivare per la prima volta lì gli effetti.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...in Federconsorzi, a lei le affiancano la Perazza e poi lei va ad aiutare entrambi...

GABRIELLA CANESTRINI: per i successivi effetti ,sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...per il successivo trasbordo.

In Fedit tutti questi documenti dove venivano conservati?

GABRIELLA CANESTRINI: nella cassaforte che avevamo lì al piano, che era custodita da Guido Marcello, che io sappia, che... se poi ci sono altre persone non lo so, comunque Guido Marcello... nella stanza di Guido Marcello c’era questa cassaforte, e furono custoditi questi effetti.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma c’era un problema di sicurezza o c’era anche un problema di riservatezza intorno a queste cambiali?

GABRIELLA CANESTRINI: beh, entrambi, erano custodite nella cassaforte...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): no, attenzione, che siano custodite nella cassaforte, d’accordo; il problema è quello che lei ha percepito e quello che le è stato riferito in proposito.

Le è stato detto che le cambiali dovevano rimanere in maniera... riservate?

GABRIELLA CANESTRINI: guardi, ricordo vagamente, però esplicitamente non è stato detto: “Silenzio, le cambiali nessuno deve sapere che stanno qui”, però... forse da un’atmosfera che regnava, non lo so, la deduzione mia era stata di non...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): chiedo scusa, lei ha dichiarato non come una deduzione, diceva: “Il Ragionier Ciatti pretendeva riservatezza totale sull’assenza delle cambiali in Fedit dal ’93 al ’95”.

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): “Non fece mai discorsi espliciti circa la necessità di tacere sulle cambiali”, ha detto.

GABRIELLA CANESTRINI: certo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): però...

GABRIELLA CANESTRINI: quindi era stata una mia...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ci arriviamo, ma lei come è arrivata a capire che bisognava stare zitti su questo argomento?

GABRIELLA CANESTRINI: senz’altro da una serie di atteggiamenti, però ora i particolari non...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): cerchi di esplicitarli, però.

Che vuol dire?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo, sinceramente non ricordo come sono arrivata a questa deduzione di...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): guardi... diciamo, dalle sue dichiarazioni si capisce che erano cenni inequivocabili.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, per alcuni particolari forse, episodi  di alcuni effetti, adesso...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): spieghi in che senso.

GABRIELLA CANESTRINI: in che senso... nel senso che...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): qualcuno le ha mai fatto un gesto di questo genere?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì, per una documentazione di un effetto...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): si intende il gesto delle dita appoggiate alla bocca, il tipico gesto del...  star zitta.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì, questo sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): chi glielo ha fatto e quando?

GABRIELLA CANESTRINI: quando, la data non la ricordo, comunque senz’altro era nei giorni successivi al rientro delle cambiali, e l’episodio era di questo effetto che era stato restituito al C.A.P., se non erro, e l’Avvocato Lettera cercava chiarimenti.

Io e il collega Fanfoni, forse spontaneamente parlavamo... forse volevamo prendere la corrispondenza che stava nell’armadio, ci fecero... il Ragionier Ciatti ci disse di star zitti, adesso...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): fece questo gesto, insomma.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): il dito alla bocca o al naso.

GABRIELLA CANESTRINI: che senz’altro poi avrà chiarito lui successivamente.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma l’Avvocato Lettera era presente quando fece questo gesto?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, di spalle naturalmente.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): alle spalle quindi dell’Avvocato Lettera venne fatto, il gesto.

GABRIELLA CANESTRINI: certo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma fu solo questo l’episodio o più ce ne sono stati?

GABRIELLA CANESTRINI: beh, quello che mi ha colpito è stato questo, questo ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): perché lei ha detto: “Questa scena si è verificata diverse volte, ogni volta che l’Avvocato Lettera faceva domande inerenti a queste cambiali e alla loro gestione”, tanto che lei aggiunge... lei e Fanfoni ridevate di questa situazione?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, a questo episodio che ho esposto ora?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): perché ogni volta dovevate cambiare discorso, quando arrivava l’Avvocato Lettera.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): lei... lei qui poi riferisce una deduzione circa la conoscenza o meno da parte dell’Avvocato Lettera che le cambiali erano state portate prima in S.G.R..

GABRIELLA CANESTRINI: certo, nei primissimi giorni senz’altro non ne era a conoscenza, deduco.

DIFESA IMPUTATI GRECO E CAPALDO E RESP. CIVILE S.G.R. (AVV. DEL RE MICHELE): ...(incomprensibile, voce fuori microfono).

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): come?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato, queste sono le sue risposte, poi approfondiremo.

La domanda era ammissibile, la risposta la valuteremo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): cioè, dal tenore delle domande che faceva l’Avvocato Lettera, si capiva se l’Avvocato Lettera era al corrente oppure no...

GABRIELLA CANESTRINI: dalle domande che faceva l’Avvocato Lettera, penso, ripeto, penso, che non era a conoscenza.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): al corrente oppure no, che le cambiali erano state prima in S.G.R.?

GABRIELLA CANESTRINI: no, non lo... penso che non lo sapeva, però penso, io non sono nella mente dell’Avvocato Lettera.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): va bene.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): senta, c’è un altro episodio, l’episodio di un titolo portato allo sconto invece che all’incasso, per cui l’Avvocato Lettera voleva sapere il motivo e soprattutto chi avesse dato quella disposizione.

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo questo episodio.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e lei disse: “Dal tenore della domanda dell’Avvocato Lettera, capii che questi era all’oscuro del fatto che le cambiali erano state per due anni in S.G.R.”.

Perché la sua deduzione ha, diciamo, valore di certezza?

Lo spiega con le risposte successive: “In particolare ricordo che in un caso l’Avvocato Lettera chiedeva perché mai un titolo era stato portato allo sconto invece che all’incasso, e alla mia risposta che ignoravo il motivo, egli chiese ancora chi avesse deciso in tal senso, e io risposi ancora di non sapere, bloccata dai gesti di Ciatti”.

Da questa situazione, se non interpreto male, lei capisce...

GABRIELLA CANESTRINI: certo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...che...

GABRIELLA CANESTRINI: sì, ma di questo effetto mandato allo sconto, all’incasso... non ricordo, sinceramente.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): comunque, se lo ha detto era vero.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, certamente.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): lei capì quindi in un secondo momento che bisognava tacere il fatto che S.G.R. aveva gestito queste cambiali, le gestiva.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma, chiedo scusa, la corrispondenza che accompagnava queste cambiali era su carta intestata S.G.R. o su carta intestata Fedit?

GABRIELLA CANESTRINI: no, no, carta intestata Federconsorzi.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): quindi S.G.R. dava direttive, gestiva queste cambiali su carta intestata Federconsorzi.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): formalmente poi appariva... o la sigla di Ciatti o di qualcun altro in Federconsorzi.

GABRIELLA CANESTRINI: questo non lo so.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): a un certo punto lei decide che forse era il caso di parlarne con il Commissario Governativo, con il Custode Giudiziale?

GABRIELLA CANESTRINI: cioè, detto così sembra che ho deciso e vado a fare la spia...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): no, no...

GABRIELLA CANESTRINI: ...non era nato così il discorso, il discorso è che con l’Avvocato ho risposto chiaramente alle domande che mi esponeva.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ma scusi, lo ha fatto perché non c’era Ciatti nei pressi che le faceva segno, oppure per qualche altra ragione?

GABRIELLA CANESTRINI: no, per nessuna ragione, forse voleva una conferma, perché quando mi chiese: “Ma queste  cambiali, questi due anni sono state a S.G.R.?”, al che ho risposto di sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho capito.

GABRIELLA CANESTRINI: a quel punto avrei dovuto dire una bugia, quindi ho risposto la verità.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): e a quel punto ha spiegato le cose; prego.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): lei qualche accenno, magari anche inavvertitamente, con Lettera le erano sfuggiti anche prima?

GABRIELLA CANESTRINI: non ho capito, scusi.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): qualche accenno, qualche mezza parola, anche prima le era già sfuggita, con l’Avvocato Lettera...

GABRIELLA CANESTRINI: senz’altro, senz’altro.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...suscitando ancor di più la sua curiosità?

GABRIELLA CANESTRINI: senz’altro.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): passiamo alla chiave della cassaforte nella quale in Fedit venivano tenute queste cambiali rientrate.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): diceva che la chiave ce l’aveva una sola persona?

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so, io mi... so, Guido Marcello aveva la chiave, ma oltre a lui non so chi altro.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): Marcello Guido?

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): questo lo pensa perché la cassaforte stava nell’ufficio del Guido?

GABRIELLA CANESTRINI: nella sua stanza, nel suo ufficio.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): nel maggio ’96 la chiave venne consegnata a lei da Lettera.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e qui dovremmo avere l’ordine di servizio; non so se c’è più...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): che cos’è, Pubblico Ministero?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): è l’ordine di servizio con il quale...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): da esibire alla teste?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì, è da acquisire.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): mostriamo alla teste questo ordine di servizio a firma... a firma di chi è?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): penso Lettera.

GABRIELLA CANESTRINI: l’Avvocato Lettera; sì, sì, ricordo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): chiede l’acquisizione, Pubblico Ministero?

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): posso vederlo, Presidente?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): certo, appunto.

Chiede l’acquisizione, Pubblico Ministero?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): le Parti Possono vederlo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): si ricorda un episodio di un titolo scomparso?

Un titolo del Consorzio Agrario Provinciale di Lecce, di un miliardo e mezzo.

GABRIELLA CANESTRINI: non era scomparso, se non erro...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): mancava.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): spieghi, spieghi che vuol dire.

GABRIELLA CANESTRINI: era stato restituito al C.A.P., quindi cioè... al C.A.P., al Consorzio...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): chiedo scusa: “Nel marzo ’96 mi capitò di parlare con l’Avvocato Lettera dell’assenza di un titolo del C.A.P. di Lecce per l’importo di un miliardo e mezzo. Il Ragionier Ciatti espresse il suo disappunto a gesti”, perché ne avete parlato, poi aggiunge: “Detto titolo non è stato più trovato, nonostante le ricerche”.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): lei per caso sa perché poi non mancava?

GABRIELLA CANESTRINI: forse sto facendo confusione, sto facendo confusione tra... perché c’era un effetto che era stato restituito al C.A.P., però adesso se è questo di Lecce o era Siena, non...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma lei si ricorda di un effetto che non trovavate, che non avete più trovato?

GABRIELLA CANESTRINI: no, non ricordo, non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): non si ricorda.

GABRIELLA CANESTRINI: no.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): comunque io le ho letto le sue dichiarazioni.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, se avevo dichiarato...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quindi, voglio dire,  lei ha detto oggi sta... crede di far confusione, ma quello che le ha letto il Pubblico Ministero circa le sue dichiarazioni pregresse, quelle corrispondono al vero?

GABRIELLA CANESTRINI: certamente, erano passati meno anni, avevo la mente più fresca...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quindi lei dice: “Oggi ho memoria confusa, quello corrisponde al vero”.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): allora, i titoli, ha detto, nel novembre ’95 rientrano da S.G.R. a Fedit.

Ha mai visto lei, o saputo, dell’esistenza di un verbale di riconsegna, sia pure ufficioso?

GABRIELLA CANESTRINI: inizialmente no, quando sono rientrati questi effetti non lo so, non ho visto, e quindi non so se c’era un verbale di consegna.

Successivamente abbiamo ricostruito gli effetti, quindi di nuovo Fedit con dei vari tabulati, che non erano molto precisi...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): cioè, voi avete fatto il lavoro di ricostruzione.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma un verbale di riconsegna, sia pure... chiaramente non poteva essere ufficiale visto che...

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so, non lo so...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): non lo ha mai visto.

GABRIELLA CANESTRINI: ...perché la consegna non l’ho presa io.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): le cambiali, è vero che le cambiali portate in S.G.R. vennero trasferite con un camion?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Pubblico Ministero, non formuli le domande in maniera... neutra.

Le risulta come furono trasferite queste cambiali?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ha ragione.

GABRIELLA CANESTRINI: guardi, era un furgoncino parcheggiato sotto Fedit, però...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): un furgone?

GABRIELLA CANESTRINI: un furgone, però... deduco che sia stato quel furgone a portare gli scatoloni delle cambiali, io non sono salita sul furgone insieme alle cambiali.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): qua disse: “Materialmente le cambiali erano state portate in S.G.R. con un camion - sarà un furgone - contemporaneamente al trasferimento dei colleghi...”, e fa il nome di questi colleghi.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, i colleghi che sono andati ad S.G.R..

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): cioè, sembra di capire che lei le abbia viste caricare e portare via e ha collegato quanto alla data, al periodo...

GABRIELLA CANESTRINI: senz’altro.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): cioè, fa una dichiarazione diciamo abbastanza circostanziata.

GABRIELLA CANESTRINI: senz’altro.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): secondo lei, è una deduzione questa o all’epoca ricordava di averlo visto proprio fare materialmente?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo, ora non ricordo, però se avevo dichiarato così, senz’altro...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): cioè, non è che cambi molto se lei lo ha visto...

GABRIELLA CANESTRINI: sono particolari che ora mi sfuggono.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): questi colleghi trasferiti in quel periodo si ricorda chi fossero?

GABRIELLA CANESTRINI: allora, era...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): trasferiti da Fedit ad S.G.R..

GABRIELLA CANESTRINI: sì, Giannarelli Isabella... Giannotti Isabella.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì.

GABRIELLA CANESTRINI: Visco Antonio, Perazza Maria Stella, loro ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): poi lei parlava di un altro collega trasferito al Ministero, altri colleghi trasferiti al Ministero e di un prepensionamento.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): immagino parlasse dei colleghi, diciamo, del suo...

GABRIELLA CANESTRINI: sì, del mio ufficio.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): del suo ufficio.

Questi Visco, Giannarelli e Perazza, finché eravate in Fedit, che mansioni avevano?

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so, non ricordo, non...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): avevano mansioni attinenti al settore cambiario?

GABRIELLA CANESTRINI: ma non queste, non le cambiali che poi sono andate ad S.G.R..

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ecco, e di queste chi se ne interessava, insieme a lei?

GABRIELLA CANESTRINI: ricordare i nomi...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): non i nomi...

GABRIELLA CANESTRINI: ...ricordo Mario Padovan...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma c’erano... quello che è importante, c’erano suoi colleghi trasferiti ad S.G.R. oppure...

GABRIELLA CANESTRINI: no, no...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...ad altri Enti?

GABRIELLA CANESTRINI: no, trasferiti ad altri... prepensionamenti, Ministeri...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): lei ha citato il Ragionier Padovan.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): che venne trasferito...

GABRIELLA CANESTRINI: lui andò in prepensionamento.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): le risulta se venisse contattato da S.G.R. per chiarimenti, per altro?

GABRIELLA CANESTRINI: lui mi disse che era tornato ad S.G.R. in via amichevole, perché appunto stava in prepensionamento, per dei chiarimenti, ma lui me lo disse, per cui...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): chiarimenti su che cosa?

GABRIELLA CANESTRINI: sugli effetti.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e chi glieli aveva richiesti?

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so, una...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): chi lo aveva invitato ad andare?

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so, non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): all’epoca disse che era stato invitato da Visco.

GABRIELLA CANESTRINI: da Visco, senz’altro.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e lei queste notizie le ebbe?

GABRIELLA CANESTRINI: da Mario Padovan.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): da Padovan.

Dunque, nel marzo, siamo al ’96, si ricorda di un suo periodo di assenza dal lavoro per malattia?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): “A marzo mi ammalai per alcuni giorni e rientrai al lavoro solo il 9 aprile, in quanto c’era un’assemblea permanente”.

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo, però se l’ho dichiarato senz’altro sarà così.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Fedit...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): Fedit; si ricorda di una lunga assemblea permanente in Fedit?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): in questo periodo le cambiali che fine avevano fatto?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo se... non ricordo ora.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): dichiarava: “Al rientro la maggior parte dei colleghi stava lavorando all’inventario delle cambiali e il Ragionier Ciatti mi chiese di collaborare con carattere di urgenza”.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): in che consisteva questa urgenza, ve lo spiegò?

GABRIELLA CANESTRINI: ora non ricordo, se dovevamo ricostruire il cosiddetto elenco degli effetti in nostro possesso, non ricordo quello che avvenne.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì, Ma questo è l’oggetto, ma perché era urgente?

GABRIELLA CANESTRINI: no ricordo... non so se non ce l’ha detto o ce lo ha detto e ora non lo ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): non diede spiegazioni circa questa urgenza, ma era...

GABRIELLA CANESTRINI: beh, di carattere urgente lo era, perché mi fu negato un giorno di ferie, non ricordo, mi negò un qualcosa per la massima urgenza appunto di questo lavoro.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): questo particolare se lo ricorda, anche se è meno preciso: “Non diede spiegazioni circa questa urgenza, ma si comportò in modo anomalo negandomi perfino un permesso di uscire per cure mediche, stante l’urgenza”.

GABRIELLA CANESTRINI: per cure mediche, sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ossia, era un’urgenza per la quale, insomma, neppure un permesso per fare delle cure.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): le era mai successo?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): urgenze simili in precedenza le erano mai capitate?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, a volte avveniva, insomma, dei lavori urgenti, però sugli effetti non lo so...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): tali...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): no...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): se era mai capitato a lei o ad altri che per motivi impellenti o urgenti venisse negato un permesso per cure mediche.

GABRIELLA CANESTRINI: che venisse negato un permesso di uscita, sì, perché comunque esponevano l’urgenza di un determinato lavoro, non di questo, però se era cure mediche o erano ferie o erano due ore di permesso... noi avevamo ventiquattro ore di permesso, quindi due ore di permesso personale, sinceramente non ricordo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ma urgenze di che tipo erano le altre, lo ricorda?

GABRIELLA CANESTRINI: ma, nei lavori c’è urgenza, quindi... lasciando perdere questo episodio, ci sono dei periodi di urgenza di determinati lavori.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho capito.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): allora, abbiamo detto che nel ’93 le cambiali, col furgone, si trasferiscono in S.G.R..

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e nel novembre ’95 tornano in Fedit.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): si ricorda con quale mezzo tornarono in Fedit? Come vennero portate?

GABRIELLA CANESTRINI: no, non ricordo.

Non so se era un taxi, però... per sentito dire, però non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): materialmente com’erano confezionate? Scatoloni, pacchi, valige, non so, dica lei.

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): dunque, diceva: “Le cambiali tornarono in Fedit nel novembre ’95 in valige ventiquattrore e depositate in raccoglitori”.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): è così?

GABRIELLA CANESTRINI: lo avevo detto, sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): la domanda è propedeutica all’altra: ma su ognuna di queste confezioni c’era un elenco?

GABRIELLA CANESTRINI: mi sembra di sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): su tutti o su alcuni soltanto?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo, mi dispiace ma...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): all’epoca disse: “In quel momento non... c’erano degli elenchi allegati solo su alcuni raccoglitori”.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): vero?

GABRIELLA CANESTRINI: se l’ho dichiarato, senz’altro erano passati meno anni e la mente...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): poi c’era da chiarire se l’elenco, ove presente, corrispondeva con gli allegati, ossia con le cambiali, se c’era corrispondenza.

GABRIELLA CANESTRINI: guardi, mi ricordo vagamente questa spunta, ma non corrispondeva, infatti facemmo di nuovo un elenco nostro nei successivi giorni.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma questi elenchi come erano redatti? Erano dei tabulati, erano...

GABRIELLA CANESTRINI: guardi, qualcuno mi sembra che era scritto a mano, qualche tabulato con l’aggiunta a penna di effetti inseriti in questo elenco, però ricordo vagamente questi episodi.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): c’era un totale?

GABRIELLA CANESTRINI: complessivo di tutti gli effetti ritornati?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): no, su ogni elenco.

GABRIELLA CANESTRINI: di ogni fascicolo?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): su  ogni elenco.

GABRIELLA CANESTRINI: su ogni elenco... non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sa, se non c’è corrispondenza tra quello che sta dentro e quello che sta fuori, se non ci sono gli estremi sufficienti per fare la...

GABRIELLA CANESTRINI: la quadratura...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...la quadratura, quantomeno il totale, può indicare se...

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo questo episodio.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...se qualcuno è sparito.

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo proprio.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): a suo tempo lei disse questo: “Più tardi, ai primi di aprile del ’96, su disposizione del Ragionier Ciatti, provammo a verificare la corrispondenza, ma l’esito fu parzialmente negativo, nel senso che in svariati casi detta corrispondenza non c’era e quindi l’elenco appariva inaffidabile; da questi elenchi privi di totale e scritti a mano non ricavammo alcunché, nel senso che non c’era alcuna rispondenza in genere tra quanto scritto da S.G.R. sugli elenchi e le cambiali consegnateci e allegate a detti elenchi. Fornisco uno dei detti elenchi per rendere più chiara la situazione”.

Allora, le mostro... questo è uno di questi elenchi che giravano all’epoca.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): mostriamo alla teste.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): qui c’è anche uno scontrino, non so bene perché; ce lo metto, poi vediamo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): mostri alla teste e poi alle Parti.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): allora, se si ricorda se era questo tipo di documenti su cui lavoravate.

Me lo ha fornito lei.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): penso sia firmato anche da lei.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, questi erano dei... chiamiamoli tabulati, inseriti nel piccolo fascicolo delle cambiali.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): quale sarebbe il tabulato?

GABRIELLA CANESTRINI: chiamiamolo tabulato, questo scritto...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): mi pare che il totale lì non c’è, vero?

GABRIELLA CANESTRINI: no.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e quello accompagnava, quando era presente, diciamo, una raccolta di cambiali.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, la zonetta non so dire con precisione se era stata fatta da me o accompagnava questo.

Questo non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): su questo, chiamiamolo tabulato, ci sono scritturazioni con inchiostro di diverso colore.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, abbiamo visto che...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): può spiegare, si ricorda a cosa si riferisce?

Forse è il caso di sottoporglielo...

GABRIELLA CANESTRINI: guardi, non ricordo, però posso dedurre che gli effetti inseriti successivamente sono stati effetti messi nel plico successivamente.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): no, stiamo parlando di un’altra cosa, bisogna che lei abbia il documento sott’occhio.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): mostri il documento.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ci sono scrittura...

GABRIELLA CANESTRINI: ci sono quattro effe... quattro...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...scritturazioni in inchiostro blu.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e scritturazioni in inchiostro rosso.

GABRIELLA CANESTRINI: guardi, sinceramente possono esserci due ipotesi, o effetti rossi erano quelli restituiti, o aggiunti successivamente, però sinceramente non ricordo ora.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma che senso ha che...

GABRIELLA CANESTRINI: posso fare...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...il redattore...

GABRIELLA CANESTRINI: ...di (incomprensibile) Salvatore, un esempio a quello che mi ricordo...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): chiedo una cosa, poi ci arrivo; ma il redattore di quel documento, per quale motivo avrebbe dovuto cambiare penna per fare quel documento?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): lo sa?

GABRIELLA CANESTRINI: no, non lo so.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): dunque, senta, all’epoca lei disse: “Preciso che la scrittura in inchiostro blu è quella dell’addetto di S.G.R. e si riferisce all’elenco delle cambiali”.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): “La scrittura in inchiostro rosso in calce all’elenco, vicino alla mia firma, è di una mia collega impiegata Fedit, la sigora Blandi...”, si ricorda? “...e si riferisce alle cambiali che non erano iscritte nell’elenco, ma che erano allegate allo stesso insieme alle altre cambiali”.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, se ho detto così sarà stato così.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): praticamente, scusi, se ho capito bene, era una integrazione dell’elenco?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): diciamo...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): perché...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...si è detto prima che non sempre c’era l’elenco e quando c’era non sempre corrispondeva; questo documento è uno di quei casi in cui l’elenco c’era, ma non corrispondeva, tanto che l’impiegata, nell’attività di ricostruzione, con una penna di colore diverso ha aggiunto...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): nel senso, non corrispondeva nel senso che era insufficiente, era incompleto.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): in elenco ce ne erano meno di quelle trasmesse.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): okay.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e allora con un inchiostro diverso veniva integrato l’elenco a...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ricorda questo meccanismo?

GABRIELLA CANESTRINI: no, mi scusi, c’erano di più, cioè se... io ora non ricordo, però come ha letto lei, quello che avevo deposto... se queste in rosso sono... è scrittura della collega che collaborava con me, quindi sono effetti in più rispetto all’elenco, non in meno.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): esatto.

GABRIELLA CANESTRINI: avevo capito male, quindi...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): nel senso che nell’elenco ce ne erano meno del numero degli effetti effettivamente presenti.

GABRIELLA CANESTRINI: okay.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): lei questo fenomeno non se lo ricorda proprio?

GABRIELLA CANESTRINI: no.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): lei dice...

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): è testimone, è testimone...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): Avvocato, calmo, calmo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato, non c’è nessun motivo... no, no, Avvocato...

GABRIELLA CANESTRINI: sono passati sette anni, quello che mi ricordo...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): no, no, Avvocato, per cortesia, Avvocato, per cortesia.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): mi scusi, Presidente.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): no, non la scuso, per cortesia.

Andiamo avanti.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): stia calma, non...

GABRIELLA CANESTRINI: sì, basta che stiano calmi i vostri colleghi, io sono calmissima.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): no, no, signora...

GABRIELLA CANESTRINI: no, perché ogni tanto le voci mi arrivano...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ...è possibile... è uno scenario possibile, non ancora attuale.

Andiamo avanti.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): non c’è nessun problema.

Allora, le facevo questa domanda non per... perché lei mi dichiarò: “Questo fenomeno si verificò più volte”.

GABRIELLA CANESTRINI: questo del... degli elenchi... all’interno o meno?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): lo ha già detto, che non c’era corrispondenza.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): “Così che abbandonammo l’idea di effettuare una verifica vera e propria”.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e allora cosa decideste di fare?

GABRIELLA CANESTRINI: ricostruimmo noi questo elenco con gli effetti in nostro possesso, quindi divisi per C.A.P., divisi per...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): se non ho capito male: “Visto quello che succede, tanto vale lasciar perdere gli elenchi e ricominciare da capo noi”.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sennò facevate lavoro doppio?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): voglio dire, è stata una valutazione per risparmiare tempo, da quel che si capisce.

Lo avete rifatto perché tanto era insoddisfacente.

GABRIELLA CANESTRINI: non riuscivamo a ricostruirlo, per cui abbiamo ricominciato dall’inizio, da capo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): quindi voi faceste questo lavoro da capo e arrivaste a vostre conclusioni.

Ma vi arrivò mai un tabulato riassuntivo da S.G.R., da Fedit?

GABRIELLA CANESTRINI: successivamente?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì, da Ciatti...

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo, non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): dice, aprile ’96: “Ciatti ci fornì un tabulato che corrispondeva con un nostro inventario”.

GABRIELLA CANESTRINI: sì...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): quando... cioè, quando vi fornì questo tabulato Ciatti, voi lo avevate già fatto un inventario, quello da capo?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo se era prima o contemporaneamente, o dopo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): materialmente ve lo consegnò Ciatti, ma per quale motivo?

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so, cioè se stavamo facendo l’inventario e successivamente è entrato in possesso...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma voi, quando prendeste questa decisione di rifare da capo tutto, contattaste Ciatti per avere un aiuto, una dritta, un chiarimento?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): non si ricorda.

Questo tabulato che Ciatti vi fornì, questo inventario, era scritto a mano, su carta intestata... come era fatto?

GABRIELLA CANESTRINI: guardi, se non erro, era fornito dall’Agritalia, società che... però non... come ripeto, se non sbaglio.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): da chi era fornito, scusi, non ho capito il nome?

GABRIELLA CANESTRINI: dalla Agritalia, era il centro meccanografico...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì, va bene.

GABRIELLA CANESTRINI: centro meccanografico.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma per conto di chi?

GABRIELLA CANESTRINI: per conto di chi ce lo ha fornito non lo so, o non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): è un particolare marginale, ma all’epoca lei disse: “Non so dire se provenisse da S.G.R., da Fedit o da Agritalia, in quanto detto tabulato non recava intestazione”.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, senz’altro non...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): no, ma perché lei ha detto...

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): perché delle tre ne ha detta una?

All’epoca, con la memoria più fresca, non lo ricordava.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma questo tabulato...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): abbia pazienza, Pubblico Ministero.

Perché non ne ha detta una... ne ha detta una, anziché mostrare la stessa incertezza che mostrò all’epoca?

Oggi ha il ricordo più preciso sul punto?

GABRIELLA CANESTRINI: sto pensando a com’erano fatti questi tabulati, perché... non recando intestazione, essendo dei... non lo so, guardi, sinceramente, può darsi anche Federconsorzi o...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): andiamo avanti.

GABRIELLA CANESTRINI: confermo quello che avevo detto all’epoca.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): voglio dire, i tabulati redatti da Agritalia, che è un semplice esecutore, diciamo, di documenti...

GABRIELLA CANESTRINI: certo, certo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...recavano naturalmente una intestazione in tale veste di Agritalia.

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo se erano intestati...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): gli altri...

GABRIELLA CANESTRINI: ...inizialmente o all’ultima pagina...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): va bene, ma oltre questo, diciamo, c’erano anche intestazioni poi del soggetto economico per conto del quale Agritalia redigeva questi tabulati.

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): cioè, non basta dire Agritalia, poi si dovrà pur sapere...

GABRIELLA CANESTRINI: certo, chi è il mandante; non...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): non se lo ricorda?

GABRIELLA CANESTRINI: no, non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma questa società lavorava per Fedit?

GABRIELLA CANESTRINI: guardi, se non sbaglio, sia noi che S.G.R., però non posso giurarlo, cioè ci rivolgevamo ad Agritalia per le tabulazioni, se non erro, sia noi che S.G.R., però non posso giurarlo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): l’inventario da voi predisposto mi venne da lei prodotto in copia e dovrebbe essere questo, allegato 22... ma qui non c’è scritto 22... non capisco; glielo faccio vedere.

Sì, sì, è questo.

GABRIELLA CANESTRINI: ricordo il tabulato, ma non so dire se era stato ricostruito da noi o era il tabulato che ci avevano inviato.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): comunque coincidevano.

GABRIELLA CANESTRINI: ricordo questo... prego?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): lei ha detto prima che il tabulato mandato da Ciatti alla fine coincideva con quello fatto da voi.

GABRIELLA CANESTRINI: se lo avevo detto all’epoca, sì; ora non ricordo, senz’altro...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): senta, lei nel... naturalmente chiedo l’acquisizione.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): mostri alle Parti, per cortesia.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): nel... quando lei mi ha prodotto questo verbale, nel chiudere la verbalizzazione, le venne in mente che però oltre agli effetti indicati in questo allegato, che viene chiamato allegato 22, anche se non c’è...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quello mostrato per secondo?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì, questo che sta circolando adesso.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ve ne sarebbero anche altri, altri titoli.

VOCI: (in sottofondo).

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): le Parti Civili vogliono vedere questo materiale?

Mostriamo anche alle Parti Civili, per cortesia.

Pubblico Ministero, però chiarisca che cosa sta esibendo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): allora, l’allegato 22 si è chiarito...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): che era quello... il primo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): che era quello di prima.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): il secondo?

Ma è la stessa cosa o sono cose diverse? Due documenti, relativi allo stesso oggetto?

Chiarisca, Pubblico Ministero, che cosa sta esibendo?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sto cercando di ricostruire.

Sono prodotti assieme.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): prodotti assieme da chi, dalla teste?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): lei ricorda che cos’è questo?

GABRIELLA CANESTRINI: senz’altro, l’allegato 22 è un elenco fornitoci da qualcuno.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): lei immagina fosse?

GABRIELLA CANESTRINI: ripeto, a distanza di sette, otto anni, che sono passati e vedendo anche l’impostazione, deduco che sia l’elenco.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): chiedo scusa, lei all’epoca disse che l’inventario da voi predisposto è riassunto nel documento allegato 22, prodotto e da me sottoscritto.

GABRIELLA CANESTRINI: e l’allegato 7?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ho invertito.

GABRIELLA CANESTRINI: sono altri tipi di effetti forse, queste sono dei C.A.P., no, sono sempre dei Consorzi.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): e l’altro che cos’è invece?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): penso che si siano invertiti i documenti, un attimo però bisogna che controllo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): cioè, in sede di verbalizzazione?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): no, nella produzione; comunque adesso fermiamoci sull’allegato 22, poi lo chiariamo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): va bene.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): cioè, all’epoca lei disse che l’allegato 22 è l’elenco fatto da voi.

GABRIELLA CANESTRINI: da noi, così dissi?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e poi aggiunse che comunque, oltre agli effetti di cui all’allegato 22, ve ne sarebbero anche altri, eventualmente non inseriti, di cui avevate conoscenza perché erano tra quelli sequestrati, si ricorda?

GABRIELLA CANESTRINI: no, non ricordo, però...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): allora, gliele leggo tutte le dichiarazioni: “Oltre agli effetti di cui all’allegato 22 -  ecco ci arriviamo - vi sono altri titoli tra quelli sequestrati, relativi a rapporti tra privati e C.A.P. Fedit, su cui si sta lavorando per conto del Custode Giudiziale, in particolare l’allegato 7”.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quindi così si combinerebbero i due tabulati, lei lo ricorda questo?

Si integrerebbero, nel senso verrebbero a colmare l’insieme delle cambiali sequestrate, questo.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì, comunque sono due tabulati differenti.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): il primo l’abbiamo detto, quest’altro riguarda i rapporti tra i privati.

GABRIELLA CANESTRINI: cioè, dei singoli beneficiari e dei Consorzi, così ho dichiarato?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): questo secondo elenco dovrebbero essere i rapporti tra privati da una parte...

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ...e C.A.P. e o Fedit dall’altra.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): qui ci sono soggetti privati specificamente.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sono entrambi prodotti da voi?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì, lo ripeto, l’effetto... l’elenco numero 22...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): no, perché prima lei aveva detto, si ricorda, il 22 proviene... c’era stato dato.

GABRIELLA CANESTRINI: forse, ho detto forse proviene, guardando l’intestazione come è scritta.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): in realtà le sue dichiarazioni tendevano ad accreditare la tesi che quello fosse uno dei due tabulati fatti da voi stessi, è vero, questo è vero?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, se ho dichiarato così, sì, sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): un’ultima cosa.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): completiamo anche per le Parti Civili... le Difese penso che hanno visto quel materiale, le Parti Civili lo devono vedere.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): dunque, lei ci ha detto che a lei venne affiancata la dipendente S.G.R., la Perazza mi pare, o forse era un’altra... sì, “Venne aiutarmi una collega della S.G.R., la signora Perazza Maria Stella”.

GABRIELLA CANESTRINI: per svolgere questo lavoro?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì, ho capito male, o è solo... è stata solo una collaborazione iniziale?

GABRIELLA CANESTRINI: no, è stata una collaborazione iniziale, soltanto per determinati lavori.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): va bene, non è importantissimo; poi ci ha detto che all’occorrenza lei si recava in S.G.R. e parlava con quelli di S.G.R. per poter gestire la...

GABRIELLA CANESTRINI: sì, qualche volta è avvenuto che sono andata ad S.G.R. per dei chiarimenti, non ricordo per cosa.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): a chi si rivolgeva?

GABRIELLA CANESTRINI: o al Ragionier Visco o alla signora Stella Perazza... Maria Stella Perazza.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): Ciatti?

GABRIELLA CANESTRINI: no, Ciatti era a Federconsorzi, forse era lui che mi mandava, non...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ah, quindi, diciamo, stesso settore ma da quest’altra sponda.

Ma, diciamo, nel periodo in cui lei ha svolto queste mansioni, si inserisce il sequestro delle cambiali.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): dopo il sequestro delle cambiali, qualcosa è cambiato nel suo lavoro, nella sua possibilità di acquisire le informazioni da S.G.R.?

Si è rivolta più al signor Visco, al Ragionier Visco, per avere chiarimenti o notizie?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, però non ce li fornì più; sì, telefonicamente... però a quel punto con me collaborava un altro collega e anche a lui fu negato il... dei chiarimenti in proposito a degli effetti, a...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): erano le cambiali sequestrate?

GABRIELLA CANESTRINI: sempre sulle cambiali, però adesso il periodo se era dopo il sequestro non ricordo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): le leggo: “Ricordo l’episodio relativo ad alcune cambiali per un miliardo e 600 milioni, da inviare all’I.C.C.R.I., per conto dell’Avvocato Lettera”, quindi era immagino dopo il sequestro.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): “tanto che Visco rispose pure sgarbatamente, precisando che non ce l’aveva con me personalmente; da allora S.G.R. non ha più risposto a lettere di chiarimento a sollecito, come può anche confermare il collega Giorgio Tradico”.

GABRIELLA CANESTRINI: Tradico, sì, confermo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): all’epoca disse che dopo il sequestro delle cambiali cambiò questo atteggiamento; ma lei come faceva con le cambiali?

GABRIELLA CANESTRINI: come facevo con le cambiali?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): se gli serviva sapere qualche cosa sul debitore, e non le davano le notizie.

GABRIELLA CANESTRINI: senz’altro avremo risolto il problema diversamente.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): c’era solo un problema, diciamo, di maggior fatica, ma non...

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo questo episodio, però...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): non si ricorda, va bene.

Un ultimo documento le mostro, quello che riguarda il suo inquadramento e le sue mansioni in Federconsorzi; la rilevanza non è eccezionale, ma a completamento... vengono indicate le mansioni relative al settore cambiario.

Naturalmente produco il verbale utilizzato per le correzioni, integrazioni, penso che non vi siano opposizioni.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quindi quello è il... corrisponde il documento al suo inquadramento.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì, di quando sono entrata in Federconsorzi.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): le Parti vogliono vedere questo documento? E’ l’inquadramento della teste in Federconsorzi, vogliono esaminarlo?

Prego Avvocato; altre domande, Pubblico Ministero?

Innanzitutto chiedo alle Parti se sulla produzione del Pubblico Ministero costituita dai documenti mostrati, c’è opposizione all’acquisizione, Parti Civili e le Difese; le Difese?

Vi è consenso alla produzione, di questo materiale esibito?

Nulla opponendo le Parti, il Tribunale acquisisce tutto il materiale esibito alla teste e di cui il Pubblico Ministero chiede la produzione.

Per quanto riguarda il verbale utilizzato per le contestazioni dal Pubblico Ministero, vi è richiesta di acquisizione, le Parti, vi è consenso a questa acquisizione?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): vi è consenso.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): ...(incomprensibile, voce fuori dal microfono).

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato, era utilizzato per le contestazioni a fronte della mancanza di memoria.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): ...(incomprensibile, voce fuori microfono)...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): esatto...

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): ...di fronte a lacune...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ...era oggetto di contestazioni correttamente eseguite, comunque il punto non si sposta di una virgola, vi è consenso o no, all’acquisizione di questo verbale?

Le Difese, vi è consenso Avvocato Del Re, Avvocato Vassalli?

Il Tribunale prende atto del consenso di tutte le Parti all’acquisizione del verbale utilizzato dal Pubblico Ministero per le contestazioni alla teste, il Tribunale acquisisce.

Le Parti Civili hanno domande da formulare alla teste?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): solo una Presidente.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): prego.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): anche perché i temi sono stati sviluppati abbondantemente, sì, ampiamente.

Vorrei solo sapere dalla teste Canestrini, cioè nel periodo in cui questi episodi si verificavano, il suo Dirigente, quindi il Ragionier Ciatti, a chi rispondeva direttamente, cioè da che prendeva direttive, all’interno di Federconsorzi o di S.G.R.?

GABRIELLA CANESTRINI: il Ragionier Ciatti?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): sì, da chi?

GABRIELLA CANESTRINI: presumo da Bambara, però non...

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): presume che significa, nell’organico Fedit o S.G.R., lei risponda precisa.

GABRIELLA CANESTRINI: allora... non lo so.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): lei non sa da chi prendeva direttive il Ragionier Ciatti?

GABRIELLA CANESTRINI: no, non lo so.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato Paola...

GABRIELLA CANESTRINI: ero un’impiegata, non lo so.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ...non c’è motivo di fare domande in modo non pacato.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): signora, io le rammento...

GABRIELLA CANESTRINI: sì, però se parla calmo io le rispondo, sennò non so cosa succede, io non rispondo a nessuna domanda, se non mi cambia il tono.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): signora, guardi, lei non può battibeccare con nessuno, neanche con l’Avvocato Paola, lei risponda pacatamente così come l’Avvocato Paola pacatamente le rivolgerà la domanda, prego.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): signora, chi era il Direttore Generale della Federconsorzi all’epoca?

GABRIELLA CANESTRINI: Bambara.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): il Ragionier Ciatti rispondeva al Dottor Bambara?

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): signora, io le rammento pacatamente, che lei è sotto giuramento e che lei rischia una denuncia per falsa testimonianza.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): signora, il problema è questo...

GABRIELLA CANESTRINI: il non sapere non è falsa testimonianza.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): signora, ascolti...

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): signora, poi lo vedrà il Pubblico Ministero.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): silenzio, per cortesia; signora ascolti me, nella struttura di vertice sappiamo quali erano le funzioni di Bambara, quindi presumibilmente... era Direttore Generale, quindi grosso modo Ciatti penso che aveva una funzione sotto ordinata.

GABRIELLA CANESTRINI: come ho risposto.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quindi in quest’ottica non par dubbio che Ciatti fosse comunque sotto ordinato da Bambara.

GABRIELLA CANESTRINI: certo. 

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): cioè è matematico questo.

Ciò premesso, Ciatti rispetto a Bambara, aveva dei ...(incomprensibile) dei Funzionari intermedi oppure rispondeva direttamente a Bambara? Questa è la domanda che le si può fare, che lei sappia, per il tipo di settore che si occupava Ciatti, voglio dire questo è il punto, rispetto a Bambara aveva dei Funzionari intermedi, che a sua volta, a loro volta riferivano a Bambara?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo, non ricordo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): non ricorda?

GABRIELLA CANESTRINI: l’ultimo periodo non ricordo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): e precedentemente?

GABRIELLA CANESTRINI: senz’altro... c’erano... guardi, quello che dico poi cado in errore, non ricordo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): andiamo avanti; altre domande?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): lei non ricorda se era quindi, diciamo, se riceveva dirette direttive, ma ricorda se per caso il vostro ufficio era di supporto a Bambara, se l’ufficio da voi svolto, se il Ragionier Ciatti era di supporto di fatto a Bambara?

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): nel senso che il Bambara operava sulla base di quanto l’ufficio di Ciatti, e quindi Ciatti offriva a livello conoscitivo, di dati di competenza sua, le risulta se vi era questo rapporto di dipendenza funzionale, si intende, anche dal punto di vista operativo?

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): non lo sa.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): può andare signora, o meglio, noi rinunziamo, chiedo scusa, per quanto ci riguarda, può andare.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): basta?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): basta così.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): le Parti Civili hanno domande?

Le Difese, domande? Avvocato Zaganelli, domande?

Prego.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): signora Canestrini, lei ha detto che era titolare, credo, dell’ufficio della contabilità cambiali.

GABRIELLA CANESTRINI: ero un’impiegata.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): impiegata, sì.

GABRIELLA CANESTRINI: non titolare.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): con lei c’erano altre cinque persone, salvo errore, e chi erano?

Lei ha detto...

GABRIELLA CANESTRINI: mi scusi, in che periodo si riferisce?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): spieghi meglio Avvocato.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): chi erano gli altri impiegati addetti al servizio al quale anche lei era addetta?

GABRIELLA CANESTRINI: nell’ultimo periodo anche del sequestro?

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): prima del ’93, prima del trasferimento anche dei titoli alla S.G.R..

GABRIELLA CANESTRINI: allora, ero... Mario Padovan, Paolo Valentini... guardi, mi sfuggono, se...

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): sì, come numero lei ha già detto al Dottor Razzi, la prima volta, che eravate in cinque, quindi ne mancherebbero ancora due, se li ricorda, sennò signora due ne ha detti.

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo, in questo momento non ricordo i nomi dei colleghi.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): lei ha parlato che avevate voi una contabilità aggiornata esattamente delle cambiali, che conteneva indicazione dei titoli, dell’entità del titolo.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): e anche dei soggetti che avevano firmato la cambiale.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): avevate anche individuato qual era la natura dei rapporti, se erano rapporti diretti tra Fedit e Consorzi Agrari, tra Fedi e clienti, o tra Consorzi e clienti, c’era anche un particolare che concerneva la natura del rapporto?

GABRIELLA CANESTRINI: certo, certo, erano effetti di diversa natura, per cui classificati e divisi.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): erano classificati per ogni... siccome lei quando ha parlato del secondo elenco, quello prodotto dal Dottor Razzi, ha indicato il numero delle cambiali che vi sarebbero state riconsegnate, cioè 2.225 porta quell’elenco, ricorda se anche in occasione del primo trasferimento avevate accennato a quante cambiali avete trasferito, lei ha parlato di un metro...

GABRIELLA CANESTRINI: nel primo trasferimento da Fedit ad S.G.R. io non ho visto tabulati, non ho visto niente, per cui...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ha parlato genericamente, se non ricordo male, di un metro cubo di materiale partito.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, certo, certo, ma l’Avvocato parla di...

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): perché ha parlato, esatto Presidente ha parlato di un... lei ha detto un metro cubo di materiale.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): esatto.

GABRIELLA CANESTRINI: questo metro cubo, senz’altro mi hanno aiutato a dire metro cubo, però...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): va bene, è un’espressione indicativa della situazione.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): ecco, no, la mia richiesta di precisazione è questa: se è in condizioni di ricordare il metro cubo quante cambiali contenesse circa; non lo può dire.

GABRIELLA CANESTRINI: no.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): non lo può dire; del periodo intercorso dopo la consegna delle cambiali della Fedit, lei ha detto che non è stata fatta nessuna ricevuta delle cambiali inviate.

GABRIELLA CANESTRINI: non l’ho vista io, non so se è stata fatta.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): lei non l’ha vista; sa se è stata fatta o no?

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): non lo sa; in questo periodo ’93, ’95, non c’è stato più nessun interessamento da parte vostra in relazione alle cambiali?

GABRIELLA CANESTRINI: da parte mia, no.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): da parte sua no.

GABRIELLA CANESTRINI: mia però.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): da parte di qualcun altro?

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): non lo sa; le risulta mai che S.G.R. abbia chiesto a voi dei chiarimenti sulle cambiali che erano state trasferite?

GABRIELLA CANESTRINI: a me personalmente no.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): no, solita... e ad altri?

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so, perché avevo proprio cambiato ufficio, in quel periodo, per cui...

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): veniamo al 1995, rientro delle cambiali; le è stato esibito uno degli elenchi, cioè quello, ha detto lei: “Scritto a penna blu, è la calligrafia dell’impiegato della S.G.R., le annotazione in rosso sono fatte da me, salvo errore, della signora Blandi”, esatto questo signora?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): c’erano soltanto questi elenchi parziali o c’è stato anche un elenco generale?

GABRIELLA CANESTRINI: l’elenco generale che riassumeva il tutto?

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): sì.

GABRIELLA CANESTRINI: guardi, mi sfugge, non... credo di no, però credo di no.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): allora la precisazione è questa: dal secondo documento prodotto oggi, che io ho controllato questa mattina, risulta l’elenco dei Consorzi Agrari ai quali si riferivano le cambiali e in fondo c’è anche il numero, 2.225, quindi...

GABRIELLA CANESTRINI: ...(incomprensibile).

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): ...ecco, quell’elenco lì, è stato tratto dalla vostra... dal vostro esame dei titoli trasferiti o da qualche altro elemento pervenuto dalla S.G.R.?

GABRIELLA CANESTRINI: no, l’abbiamo ricostruito noi con materiale cartaceo, con gli effetti.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): cioè avete voi fatto, deriva dal controllo che voi avete fatto sulle cambiali che erano tornate alla Fedit?

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): è così?

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): ecco.

GABRIELLA CANESTRINI: messe a confronto successivamente con l’elenco con cui appunto quadravamo i due importi, la nostra ricostruzione.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): lei ha parlato anche... ha citato un solo episodio, cioè che voi chiedevate dei chiarimenti, dopo il ritorno delle cambiali, io parlo dopo il 1995...

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): ...voi avete chiesto chiarimenti alla Fedit, e ha citato l’episodio nel corso del quale Visco le avrebbe risposto villanamente, lei ha parla... era su chiarimenti domandati per un effetto cambiario del Consorzio di Lecce per un miliardo e mezzo.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì, non ricordo che episodio gli chiesi però... sì.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): altri chiarimenti lei ha chiesto alla S.G.R.?

GABRIELLA CANESTRINI: inizialmente sì, prima del sequestro, sì.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): a chi si rivolgeva?

GABRIELLA CANESTRINI: o a Visco o alla signora Perazza.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): Perrazza?

GABRIELLA CANESTRINI: Perazza Maria Stella.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): sì, sì, o a Visco o alla signora Perazza.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): questi chiarimenti, erano fatti... chiarimenti telefonici, per lettera, c’è qualche documento concernente questi chiarimenti oppure no, che lei ricordi?

GABRIELLA CANESTRINI: no, non ricordo, non... ma erano chiarimenti telefonici.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): chiarimenti telefonici; va bene, grazie.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): altre domande le Difese?

Signora, una sola domanda del Collegio, probabilmente è sfuggito al Collegio questa cosa; rispetto... tra il momento in cui le cambiali tornano e il momento in cui vengono sequestrate, passa qualche mese, sappiamo ’95, ’96, giusto?

In quel momento lei ha detto sono custodite mi pare in cassaforte?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sempre in cassaforte.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): poi però prima del sequestro furono spostate altrove oppure no?

GABRIELLA CANESTRINI: allora, furono spostate da una cassaforte all’altra, però non ricordo quando.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): per disposizione di chi, lo ricorda?

GABRIELLA CANESTRINI: no.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): per quale motivo?

GABRIELLA CANESTRINI: no, non ricordo, non ricordo se...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): cioè, lei è certa di questo ulteriore spostamento, ma non ricorda quando e perché.

GABRIELLA CANESTRINI: no.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): erano... comunque questo secondo spostamento comprendeva tutte quelle cambiali che erano tornate?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): di questa è certa?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì, sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): lei lo vide effettuare questo spostamento?

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): come furono collocate, prima dello spostamento come erano collocate, dopo lo spostamento come furono collocate, nel senso sistematicamente le cambiali?

GABRIELLA CANESTRINI: guardi, prima non ricordo bene, anche perché...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quando arrivano queste cambiali...

GABRIELLA CANESTRINI: ...quando arrivano non ricordo, successivamente vennero da me colleghi, classificate secondo il Consorzio, secondo la natura e ...(incomprensibile, voci sovrapposte).     

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho capito, questo prima di questo secondo spostamento.

GABRIELLA CANESTRINI: questo l’ultimo spostamento.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): dopo l’ultimo spostamento?

GABRIELLA CANESTRINI: l’ultimo spostamento.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): e tali e quali furono ritrovate in sede di sequestro, secondo questa sistemazione che lei aveva dato?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo quando sono state sequestrate, se quando erano nella prima cassaforte, o quando avevamo già classificato il tutto.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): cioè, lei ricorda...

GABRIELLA CANESTRINI: penso il secondo, però il sequestro avvenne quando erano state già classificate, però non posso giurarlo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): questo glielo dico, perché abbiamo appreso da un teste, che poi è l’Avvocato Lettera, che al momento del sequestro queste cambiali vennero rinvenute in gran parte alla rinfusa.

GABRIELLA CANESTRINI: alla rinfusa, quindi sono state classificate successivamente al sequestro, ordinate, se così possiamo dire.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ecco, quindi volevo da lei questa precisazione: al momento del sequestro erano alla rinfusa quindi, lo conferma, questo fatto?

GABRIELLA CANESTRINI: c’è stato un periodo che diciamo erano alla rinfusa, però non...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ecco ma, questo periodo derivava... da quando parte, dal momento del ritorno a Fedit?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quindi dal ritorno a Fedit, al sequestro sono così accatastate alla rinfusa, poi vengono sistemate.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): è così che è andata?

GABRIELLA CANESTRINI: sì, però per dire alla rinfusa può darsi che quella rinfusa per qualcun altro era una classificazione ordinata, diciamo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): va bene, d’accordo, ma comunque lei ha esaminato come erano sistemate al momento del ritorno a Fedit, queste cambiali, le esaminò?

Lei ha parlato di questi elenchi e ha detto...

GABRIELLA CANESTRINI: certamente, certamente sono stati...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quindi questo tipo di elenco di cui lei ci ha parlato, questo qua...

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ...con scritto a penna, eccetera...

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ...fu fatto, questo accompagnava il ritorno delle cambiali presso Fedit.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quindi fu esaminato; qualcuno aggiunse queste annotazioni in rosso.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): questo fu fatto prima del sequestro, da quello che ho capito, o no?

GABRIELLA CANESTRINI: non ricordo la data, non lo ricordo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): voglio dire, nel momento in cui arrivano queste cambiali... chi è che si è preso la briga ad un certo punto di controllare la rispondenza delle cambiali agli elenchi?

GABRIELLA CANESTRINI: dietro direttive, io e le colleghe che collaboravamo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): direttive di chi signora?

GABRIELLA CANESTRINI: del... guardi, non ricordo se erano direttive... quest’ordine ci fu dettato dall’Avvocato Lettera, o dal Ragionier Ciatti.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): no, la differenza è rilevante, perché se è l’Avvocato Lettera...

GABRIELLA CANESTRINI: lo so, certo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ...collochiamo cronologicamente più o meno; non ricorda?

GABRIELLA CANESTRINI: no.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): va bene, altre domande Pubblico Ministero?

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): sempre in relazione alle sue domande.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): prego.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): signora, ricorda, si è parlato di queste cambiali spostate da una parte all’altra.

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): per ordine di chi?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho chiesto, non si ricordava né quando, né come, né perché.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): Presidente, è proprio questo che volevo sapere.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): non ha saputo rispondere.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, ma io voglio ricordare che ero un’impiegata, non avevo nessuna responsabilità, nessun... in merito non avevo...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): no signora, non è questo il punto, non è questo il rilievo che le si fa, è soltanto un problema di memoria, se lei ha memoria di chi glielo dispose, questo spostamento, chi lo dispose e perché.

GABRIELLA CANESTRINI: no, non lo so.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): ecco, allora su questo ...(incomprensibile) è stato fatto un lungo accertamento al testimone che lei ha indicato; il punto dove... il luogo dove venivano conservate che cosa era, una cassaforte, una stanza segreta, c’era... era un particolare...

GABRIELLA CANESTRINI: scusi, questo quando stavo in S.G.R.?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): no, quando tornano, e poi vengono spostati.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): lo spostamento al quale lei si riferisce.

GABRIELLA CANESTRINI: quando tornano vanno nella cassaforte.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): dopo lo spostamento le cambiali dove sono state collocate, materialmente?

GABRIELLA CANESTRINI: quando sono tornate da S.G.R. sono state poste nella cassaforte.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): cassaforte, è pacifico.

GABRIELLA CANESTRINI: nella cassaforte, nella stanza di Marcello Guido.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): e hanno subìto un altro spostamento, lei ha detto.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, in una stanza con altrettante casseforti, di cui avevo la chiave io, come il verbale di consegna.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): è vero che questa stanza era una stanza che aveva un particolare accesso mascherato da un armadio?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ricorda questo particolare?

GABRIELLA CANESTRINI: no, dove tenevo le cambiali io no, quello era un altro discorso che non...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): cioè lei era presente quando arrivò l’Avvocato Lettera?

GABRIELLA CANESTRINI: sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): che scoprì queste cambiali, quando furono scoperte queste cambiali?

GABRIELLA CANESTRINI: queste cambiali qui di cui stiamo parlando.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): le cambiali.

GABRIELLA CANESTRINI: le cambiali, perché poi c’erano delle cambiali persistenti in archivio, che quello è un altro discorso, cambiali scadute.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): lo sappiamo, sono due tipi, di due gruppi, questo non ci interessa, questo secondo grosso blocco di cambiali...

GABRIELLA CANESTRINI: parliamo di questo gruppo di cambiali.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): esatto.

GABRIELLA CANESTRINI: queste non erano... era una porta... una stanza con una porta normale e dentro c’erano due casseforti, per cui...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): chiedo scusa...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ma per caso si doveva passare una specie di armadio che occultava una porta sul muro?

GABRIELLA CANESTRINI: armadi blindati, armadi di ferro con...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): e si attraversava questo e si accedeva ad una stanza.

GABRIELLA CANESTRINI: un corridoio con una...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): Presidente, penso ci sia un equivoco.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): prego, perché?

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): il discorso dell’armadio porta, si riferisce al caveaux, al sotterraneo, che era una sorta di archivio.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): chiediamo, stiamo chiedendo notizie alla signora.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): qui si sta parlando delle casseforti che stavano in vari uffici.

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): prego, specifichi meglio questo signora, specifichi meglio questo punto.

GABRIELLA CANESTRINI: allora stavo dicendo, queste cambiali rinvenute da S.G.R. momentaneamente erano state messe nella cassaforte nella stanza di Guido Marcello e trasferite successivamente in altre due casseforti, o armadi blindati, che erano in una stanza... in una stanza con una porta...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quando arrivano nel caveaux queste cambiali?

GABRIELLA CANESTRINI: quelle del caveaux sono... è un discorso completamente diverso a questo gruppo di cambiali.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): esatto, quindi sono due gruppi, avevo capito bene...

GABRIELLA CANESTRINI: sì, sì, ma di quello non...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): sono due gruppi diversi di cambiali.

GABRIELLA CANESTRINI: sono due gruppi diversi.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): d’accordo perfetto, altre domande?

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): sì Presidente, sempre in relazione a questo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): prego.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): quando... l’Avvocato Lettera quando è venuto a conoscenza di queste cambiali, se ne è accorto lui, ha fatto lui la sorpresa, è andato casualmente nel caveaux, ricorda?

GABRIELLA CANESTRINI: quelle del caveaux no, io non ero presente non... era una questione parallela a questi effetti.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): e quelli, chi la teneva quella gestione?

GABRIELLA CANESTRINI: che gestivo io, diciamo.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): sì, e l’altra gestione parallela chi la teneva invece?

GABRIELLA CANESTRINI: non lo so.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): ricorda comunque quando materialmente, dal punto di vista del tempo...

GABRIELLA CANESTRINI: no, quelle del caveaux non ricordo.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI): ...Lettera è venuto a conoscenza dell’esistenza di queste cambiali, lo sa o no?

GABRIELLA CANESTRINI: no, non lo so.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): si accomodi signora, grazie.

Il testimone viene licenziato.