TRIBUNALE DI PERUGIA

SEZIONE PENALE

AULA 1

PROCEDIMENTO N. 10/01 R.G. DIB. e 474/96 R.G.N.R.

A CARICO DI: GRECO IVO + 3

UDIENZA DEL GIORNO 20 SETTEMBRE 2001

RINVIO AL 27 SETTEMBRE 2001

CANCELLIERE B3: SIG.RA STEFANIA BERTINI

PARTI PROCESSUALI

 

COLLEGIO: PRESIDENTE    DOTT.    MASSIMO RICCIARELLI

         GIUDICE       DOTT.    MARCO VEROLA

         GIUDICE       DOTT.SSA FRANCESCA ALTRUI

PUBBLICO MINISTERO:         DOTT.     DARIO RAZZI

 

IMPUTATO E DIFENSORE:

GRECO IVO               - AVV. LEMME

CAPALDO PELLEGRINO      - AVV. D’ALESSANDRO, AVV. DEL RE

CARBONETTI FRANCESCO    - AVV. ZAGANELLI, AVV. D’ALESSANDRO

D’ERCOLE STEFANO        - AVV. MARCINNO’

 

 

ESAME DEL TESTE:

D’ALESSANDRO FLORIANO   da pag.  3   a pag.  57

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): diamo atto della presenza dell’Avvocato Lemme per Greco, gli Avvocati Del Re e l’Avvocato D’Alessandro in sostituzione dell’Avvocato Vassalli per Capaldo, lo stesso Avvocato D’Alessandro in sostituzione dell’Avvocato Vassalli e l’Avvocato Zaganelli per Carbonetti, non c’è nessuno per D’Ercole.

Per quanto riguarda le Parti Civili, diamone atto, c’è l’Avvocato Petrucci, l’Avvocato Fabbri , l’Avvocato Paola, l’Avvocato De Priamo, anche in sostituzione... come appendice consueta, l’Avvocato Rosi, l’Avvocato dello Stato, l’Avvocato Fiorucci per il consorzio, e anche S.G.R. , naturalmente in persona dell’Avvocato Del Re.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. FABRIZIO LEMME): in tema di costituzione delle Parti volevo dire questo, dato che alle udienze del 27 e 28, impegnato in altri processi, non posso partecipare, io delego come sempre l’Avvocato Maria Maddalena Del Re, e in alternativa, se non ci fosse l’Avvocato Maddalena Del Re, il Professor Del Re.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ne prendiamo atto fin d’ora, lo annotiamo, che quindi in sua assenza opererà come suo delegato l’Avvocato Del Re Maddalena se presente, altrimenti l’Avvocato Professor Del Re.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. FABRIZIO LEMME): sì, grazie.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): benissimo.

Avvocato Marcinnò, lei è in sostituzione degli Avvocati De Luca e Sammarco del Foro di Roma  per l’imputato D’Ercole.

Viene introdotto il testimone D’Alessandro Floriano che presta il giuramento di rito.

Il Presidente invita il testimone a fornire le proprie generalità.

FLORIANO D'ALESSANDRO: mi chiamo Floriano D’Alessandro, nato a Napoli il 15 novembre 1936.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): lei è Professore di che materia?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sono Professore di diritto commerciale alla Sapienza.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): perfetto.

Pubblico Ministero, le sue domande.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): sì, dunque, lei è stato o è, non so se è ancora in corso la procedura, Liquidatore giudiziale nel concordato Agrifactoring?

FLORIANO D'ALESSANDRO: Liquidatore giudiziale del concordato Agrifactoring.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): a me in particolare interessa la questione relativa all’esistenza o meno di crediti privilegiati non... asseritamente non a conoscenza di Agrifactoring , in relazione al concordato Fedit.

Se può riassumerci un po’ la questione.

FLORIANO D'ALESSANDRO: io fui nominato Liquidatore del concorda... dei beni ceduti ai creditori ai sensi del concordato Agrifactoring nel ’92, se ricordo bene.

Mi avvidi qualche tempo dopo che esisteva una importante partita creditoria nei confronti di Federconsorzi, assistita da un pegno su cambiali, di cui non c’era traccia negli atti precedenti della procedura, e che pertanto non era stata rappresentata alla procedura Federconsorzi come credito privilegiato.

Promossi un giudizio per fare riconoscere il privilegio su questo credito; il credito garantito ammontava, se ricordo bene, a circa 470 miliardi, cioè era circa la metà del credito complessivo di Agrifactoring nei confronti di Federconsorzi.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): chiedo scusa, si era parlato di 250 miliardi.

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, era di più.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): di più. Quindi?

FLORIANO D'ALESSANDRO: questo giudizio fu celebrato davanti al Tribunale di Roma e deciso con una Sentenza che rigettava la domanda, su una... fondamentalmente sulla base del fatto che Agrifactoring aveva partecipato alla votazione dei creditori sul concordato Federconsorzi e aveva votato utilizzando anche questo credito, facendo quindi scattare la norma della Legge Fallimentare che dice che se il creditore privilegiato partecipa alle operazioni di approvazione del concordato perde il privilegio.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): lei era a conoscenza di questa circostanza?

Lei era a conoscenza di questo voto...

FLORIANO D'ALESSANDRO: certo, infatti mi rendevo conto che la causa era una causa difficile, si tentò di superare l’ostacolo dicendo che il voto era stato espresso per errore, mancando la consapevolezza della natura privilegiata del credito, e che comunque la manifestazione di voto da parte di Agrifactoring, che a sua volta era già in concordato preventivo all’epoca, non era stata autorizzata a norma di legge, come sarebbe dovuto essere.

Comunque la Sentenza del Tribunale rigettò questa domanda e in seguito la... il problema fu trattato nel quadro di un accordo generale transattivo tra le due procedure, e in questo quadro Agrifactoring  rinunciò ad appellare la Sentenza del Tribunale a fronte di un riconoscimento più pieno delle proprie ragioni nei confronti del concordato Federconsorzi.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): il Dottor Conti  era un suo collaboratore?

FLORIANO D'ALESSANDRO: il Dottor Conti è un Dirigente di Agrifactoring.

Agrifactoring ha ancora una piccola struttura, una... cinque o sei dipendenti.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma non... che tipo di informazioni ebbe dal Dottor Conti  sulla questione del privilegio?

FLORIANO D'ALESSANDRO: io ebbi la documentazione dalla quale risultava la costituzione di questo pegno.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): e per il resto lei si è basato sugli atti della procedura.

Ma la menzione di questo privilegio in bilanci precedenti a lei non era nota?

FLORIANO D'ALESSANDRO: non mi pare che avesse lasciato traccia in bilancio, almeno non in modo univoco.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): palese insomma, ecco.

Senta, su questo punto non insisto, volevo chiederle qualcosa sulla questione della postergazione dei crediti B.N.L.  e Efibanca e Banco di Santo Spirito nel concordato Agrifactoring, in particolare se questa operazione servì a rimuovere un ostacolo da parte di questi tre soggetti al voto del concordato Fedit.

FLORIANO D'ALESSANDRO: ma, io... Agrifactoring  ha, diciamo, uno stato passivo di circa 1.200 miliardi, di cui 400 circa sono postergati.

Le notizie che ho di questa... questo è il dato, insomma; le notizie che ho di questa vicenda sono notizie che risalgono a epoca anteriore alla mia nomina, e mi fu detto che la postergazione era stata accordata dai credi... da questo gruppo di creditori, in quanto Agrifactoring  era considerata sostanzialmente una banca, essendo controllata da... essendo un soggetto controllato da Federconsorzi e da un gruppo di banche, in particolare dal gruppo B.N.L., e la... le banche estere che avevano finanziato Agrifactoring, che erano creditrici di Agrifactoring, consideravano questo credito quasi come un credito interbancario, e si erano molto risentite del fatto che Agrifactoring fosse stata lasciata cadere in stato di insolvenza, con probabile compromissione del recupero del loro credito e siccome probabilmente in questo mondo sono possibili delle ritorsioni tra banche, le banche azioniste di Agrifactoring avevano postergato le loro ragioni per consentire il soddisfacimento integrale delle banche estere.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): chiedo scusa, una operazione di questo genere ha connotati di... atti di liberalità, sostanzialmente.

Questi crediti di Efibanca, B.N.L. e Banco di Santo Spirito, per effetto della postergazione, venivano ad avere una garanzia minima nel concordato Agrifactoring.

FLORIANO D'ALESSANDRO: certo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): probabilmente una perdita secca, non so come... questo me lo conferma?

FLORIANO D'ALESSANDRO: non so dire se non saranno recuperati affatto, certo allo stato...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Pubblico Ministero, scusi, se per cortesia parla lievemente più ad alta voce...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): chiedevo se per effetto di questa postergazione si era verificata o si prospetta o una perdita considerevole, se non una perdita secca del credito.

FLORIANO D'ALESSANDRO: Agrifactoring  allo stato ha pagato, se ricordo bene, l’81 per cento del credito chirografario non postergato; ci sono fondate speranze di arrivare a pagare il 100 per cento del credito non postergato, cioè dei primi 800 miliardi e certamente la postergazione incide sulle possibilità di soddisfacimento dei 400 miliardi postergati.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): ma lei riferisce cose avvenute quando ancora non aveva alcuna funzione in questo concordato.

Io trovo, così, sorprendente che questo problema delle banche estere se lo siano accollato, con così grave perdita, tre singoli soggetti bancari.

Voglio dire, è una cosa che nelle prassi si verifica...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): lei ha notizia di vicende analoghe... le è noto, per sua conoscenza anche professionale, di vicende analoghe in cui vi siano state delle postergazioni così a rischio per importi così rilevanti, in altre situazioni?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, non ho notizia precisa di vicende analoghe.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho capito.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): senta, Efibanca  è un istituto del gruppo B.N.L. mi pare, vero?

FLORIANO D'ALESSANDRO: lo era, all’epoca.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): all’epoca.

Ma per quello che lei ne sa, per caso la compensazione di questa operazione liberale doveva essere trovata da parte dei tre soggetti posterganti nel concordato Fedit?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, non ho nessun elemento per pensare questo.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): se è venuto a conoscenza di...

FLORIANO D'ALESSANDRO: no.

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): no; ho finito.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): le Parti Civili hanno domande per questo teste?

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): sì, Presidente.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato De Priamo, prego.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): rapidamente, Avvocato De Priamo per le Parti Civili.

Professor D’Alessandro, volevo chiederle questo, innanzitutto quando venne espresso il voto concordatario, perché... mi corregga se dico cifre sbagliate, mi sembra che Agrifactoring complessivamente, considerando sia il credito assistito da cambiali agrarie sia l’ulteriore credito, vantasse complessivamente un credito totale di circa 970 miliardi.

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, pressappoco era questa la cifra.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): di cui 471 erano assistiti da quella garanzia cambiaria in base alla quale lei poi ebbe a chiedere il privilegio e ci ha spiegato che fu rigettato.

Ecco, quando venne espresso quel voto che per così dire bruciò la possibilità di ottenere il privilegio, la Agrifactoring era già in concordato preventivo o era ancora in bonis?

FLORIANO D'ALESSANDRO: era in concordato preventivo.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): quindi fu espresso, diciamo, sotto il controllo degli organi concordatari.

FLORIANO D’ALESSANDRO: sì.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): non sotto il controllo.

FLORIANO D'ALESSANDRO: in linea teorica sotto il controllo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): è sotto il teorico controllo.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO):  in linea teorica, ma in fatto no perché...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): lo ha già risposto, che alcune delle doglianze...

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): ...(incomprensibile, voce lontana dal microfono).

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, vorrei precisare questo punto; il voto di Agrifactoring fu espresso in costanza di procedura di concordato preventivo di Agrifactoring, e Agrifactoring chiese l’autorizzazione al Giudice Delegato per esprimere il voto.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): e chi era il Giudice Delegato di quella Procedura?

FLORIANO D'ALESSANDRO: il Giudice Delegato  era allora il Presidente Greco.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): della procedura Agrifactoring?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

Nella istanza per ottenere questa autorizzazione non era stato denunciato che il credito godeva di questo privilegio per circa la metà; il Presidente Greco non... il Giudice Delegato Greco non si espresse sulla istanza di autorizzazione perché era all’epoca Giudice Delegato anche del concordato Federconsorzi e la autorizzazione fu espressa per questa particolare vicenda da un altro Giudice.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): chi era?

FLORIANO D'ALESSANDRO: non me lo ricordo.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): quindi fu un altro Magistrato, diciamo così, a firmare l’autorizzazione... a votare, diciamo così, a dare il voto positivo...

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì; peraltro, ripeto, nella istanza di autorizzazione non era rappresentato che il credito era privilegiato.

L’istanza di autorizzazione diceva: “Agrifactoring ha un credito di circa 970 miliardi...”...

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): tutto chirografo.

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, c’erano altre piccole partite privilegiate, ma il pegno su cambiali che assisteva circa la metà di questo credito non fu denunciato nella istanza per essere autorizzati a votare, e questa è stata una delle ragioni sulla base delle quali è stato poi tentato di rimontare questa china attraverso un giudizio in cui si è sostenuto che il voto era inefficace perché non era stato autorizzato, cioè non era stato autorizzato...

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): sulla base di elementi veri...

FLORIANO D'ALESSANDRO: ...un voto che comportava la perdita di un privilegio di questa entità.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): ecco, ma dato che lei appunto è la persona che può conoscere meglio questi fatti, come... diciamo, come era avvenuto... in sostanza, formulo meglio la domanda: quando furono scoperti questi 470 miliardi di cambiali che evidentemente dovevano essere nascosti pure qui, perché qui di cambiali nascoste ce ne sono tante, in questo processo.

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, no, le cambiali...

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): le dico, come può essere successo che...

FLORIANO D'ALESSANDRO: che ci fossero le cambiali non era a dubbio, soltanto che le cambiali erano girate ad Agrifactoring in pieno, non erano girate in garanzia.

A latere della girata in pieno delle cambiali esisteva un atto di costituzione del pegno.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): delle lettere, diciamo...

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): ...con cui era stato costituito il pegno.

Ma erano quindi... un documento separato dalle cambiali o...

FLORIANO D'ALESSANDRO: separato, certo, certo.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): e quando fu scoperto questo fatto?

Quando si apprese che esistevano...

FLORIANO D'ALESSANDRO: ma, io non lo ricordo con precisione, credo dopo un paio d’anni, nel ’94, ’95...

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): quando poi venne promosso il giudizio?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): senta una cosa, quindi poi la causa si è risolta come ci ha detto, cioè la domanda è stata rigettata...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): abbiamo la Sentenza, Avvocato, abbiamo in atti anche la Sentenza.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): esatto, è stata rigettata.

Volevo dire soltanto un’ultima cosa: dopo la causa c’è stata poi una transazione?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): nella quale sostanzialmente si è, diciamo così, si è convenuto che cosa, in merito al credito?

FLORIANO D'ALESSANDRO: la transazione... c’era un nutrito contenzioso con Federconsorzi che non riconosceva tutta una serie di partite, oltre questa, tant’è che nel primo riparto Agrifactoring poté partecipare per una somma piuttosto limitata rispetto all’ammontare del suo credito.

Nella transazione Agrifactoring  rinunciò ad impugnare la Sentenza che aveva confermato la natura chirografaria di questo credito e Federconsorzi per contro, nelle grandi linee, insomma, queste erano le concessioni reciproche, si impegnò a riconoscere il credito chirografario di Agrifactoring in misura sostanzialmente piena, per 910 miliardi.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): 910 miliardi, quindi sostanzialmente, diciamo, la conclusione di tutta la vicenda, salvo le eventuali impugnative di quella transazione, dico comunque che Agrifactoring allo stato è creditore chirografario per 910 miliardi.

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

PARTE CIVILE (AVV. DE PRIAMO FABIO): grazie.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): le altre Parti Civili?

Avvocato Fabbri , prego.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): scusi Professore, tutt’altra questione: lei fu chiamato a rendere un parere professionale nei confronti della procedura del concordato preventivo Federconsorzi  all’epoca del Commissario Governativo  Piovano?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): può dirci di che si trattava?

FLORIANO D'ALESSANDRO: io assistetti per qualche tempo, sia pure in modo piuttosto marginale, Federconsorzi durante il concordato di Federconsorzi.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): assistette in che senso?

FLORIANO D'ALESSANDRO: assistetti, nel senso che resi una serie di pareri e mi pare di ricordare, seguii anche le procedure di alcune società controllate.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): quali?

FLORIANO D'ALESSANDRO: non so, Siapa forse, non ricordo bene, francamente, sono passati dieci anni.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): lei non era o era già Liquidatore del concordato Agrifactoring?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, all’epoca no, io fui nominato Liquidatore dei beni con la Sentenza di omologazione che è dell’agosto del ’92, se la memoria non mi tradisce, mentre questa assistenza all’epoca era già esaurita, credo.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): e il parere che le fu chiesto dal Commissario Piovano , si ricorda esattamente a che epoca risaliva?

Perché mi pare che anche quello era del ’92, se non ricordo male.

FLORIANO D'ALESSANDRO: io immagino che si tratti del parere sul...

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): sì, io lo volevo sapere da lei, se me lo dice, anche il contenuto...

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, siccome ne ho fatti diversi, ecco...

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): no, questo che le chiese Piovano, era sulla famosa istanza, che era allegato all’istanza.

FLORIANO D'ALESSANDRO: io immagino che lei si riferisca ad un parere che mi fu...

DIFESA IMPUTATI CAPALDO E CARBONETTI (AVV. D'ALESSANDRO): ...(incomprensibile, voce lontana microfono).

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): faccia rispondere, stava rispondendo il teste, prego.

FLORIANO D'ALESSANDRO: ...che mi fu chiesto in merito alle possibili conseguenze di una circostanza che si era verificata nei primi mesi del ’91, e cioè l’approvazione del... la confezione del bilancio Federconsorzi da parte dei Commissari Governativi, che erano allora Gambino, Locatelli e Cigliana.

Da questo bilancio risultò che il patrimonio netto... doveva essere il bilancio dell’esercizio 1990, immagino, risultò che il patrimonio netto di Federconsorzi, come emergente da quel bilancio, quindi al 31 dicembre del 1990, era negativo.

A norma di legge, la perdita del capitale produce lo scioglimento del contratto di società, e mi fu chiesto quali conseguenze questo potesse produrre in ragione del fatto che la società era gestita da Commissari di Governo e che la... i Commissari di Governo avevano richiesto al Tribunale l’ammissione a una procedura di concordato preventivo.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): quindi non c’era ancora l’omologa, la Sentenza di omologa.

FLORIANO D'ALESSANDRO: no.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): non c’era ancora, e lei rese questo parere in che senso?

FLORIANO D'ALESSANDRO: io resi questo parere nel senso che sostanzialmente la via imboccata dai Commissari di Governo con la richiesta di un concordato preventivo per cessione dei beni, era una via che indirizzava la società ad una liquidazione giudiziale attraverso appunto il concordato e che questa via fosse una via che una volta scelta non potesse, salvo inciampo della procedura di concordato, mancata omologazione o quant’altro, non potesse essere cambiata.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): per cui non era possibile alcuna liquidazione volontaria o non giudiziale.

FLORIANO D'ALESSANDRO: a mio giudizio no.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): va bene, grazie.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): altre domande delle Parti Civili? Avvocato Paola.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): ecco Professore, per fare, come dire, una sorta di operazione di sintesi di tutte queste attività che lei ha prestato, eccetera, quindi voglio dire, se le volessimo proprio collocare cronologicamente nel tempo, quindi questi pareri che lei ha reso alla procedura Federconsorzi o alle società controllate, quando sono collocati?

FLORIANO D'ALESSANDRO: ma io credo nell’anno ’91, forse nella fine dell’anno ’90.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): e ce le vuole riassumere e specificare magari più dettagliatamente?

FLORIANO D'ALESSANDRO: io non lo ricordo con precisione, credo di avere reso forse tre o quattro pareri tra i quali quello di cui ho riferito poc’anzi, su argomenti diversi che in questo momento non riesco a ricordare; ed inoltre credo di aver assistito alcune delle... come ho detto poco fa, alcune delle società controllate che a loro volta avevano chiesto l’ammissione a procedure concorsuali, cosiddette minori.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): tutto questo quindi fino al ’91, diciamo.

FLORIANO D'ALESSANDRO: direi... sì, non credo che questa attività si sia protratta oltre l’anno ’91.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): mentre il ’92 è stato nominato, sempre dal Tribunale Fallimentare , come Liquidatore del...

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, nel... la Sentenza di omologazione del concordato Agrifactoring è del ’92 e con questa Sentenza fui nominato Liquidatore dei beni, agosto credo.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): non ricorda la data?

FLORIANO D'ALESSANDRO: mi pare che fossero i primi giorni di agosto, ma non posso essere più preciso, non me lo ricordo.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): e non ricorda nemmeno quando le è stata comunicata?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato...

FLORIANO D'ALESSANDRO: no...

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): era soltanto per...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): mi rendo conto, però cerchiamo di essere ordinati, altrimenti ci disperdiamo.

Comunque è una cosa da annotare; prego.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): lei ha svolto, Professore, in tempi diciamo precedenti o coevi a questi fatti, delle consulenze o ha avuto degli incarichi da parte di taluna delle banche confluente in Banca Roma?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, non mi pare.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): non sono mai state suoi clienti oppure sue...

FLORIANO D'ALESSANDRO: io faccio l’Avvocato da trent’anni... mi ricordo di avere avuto qualche rapporto professionale con il Banco di Santo Spirito, molti decenni fa.

All’epoca credo che non esistesse neanche più.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): ecco, un interrogativo che ci siamo posti, Professore, come Parti Civili, e su cui... approfittiamo insomma della sua presenza in questo senso, ecco, quali fossero proprio i suoi rapporti con il Presidente Greco?

C’erano rapporti, come dire, personali? Di che tipo?

Perché leggiamo appunto in atti processuali...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato, chiediamo quali erano i suoi rapporti.

FLORIANO D'ALESSANDRO: ma, io ho sempre dedicato una parte delle mie energie, anche dal punto di vista scientifico, al diritto fallimentare, ho insegnato come Professore ordinario alla Sapienza diritto fallimentare per alcuni anni e ho avuto sempre rapporti coltivando l’attività professionale in modo particolare anche in questo settore, ho sempre avuto rapporti con la Sezione Fallimentare del Tribunale romano.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): lei ricorda, Professore, di avere svolto una... di essere intervenuto in qualità di Giudice Unico ad un arbitrato tra le società Alenia, del Gruppo Finmeccanica e la società Edicima S.p.A.?

FLORIANO D'ALESSANDRO: e la società?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): Edicima S.p.A..

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, mi pare di sì, sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): che rilevanza ha, Avvocato Paola?

Se riesce a esplicitarlo...

FLORIANO D'ALESSANDRO: sono stato arbitro, arbitro unico in una controversia tra queste due società.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): vediamo un po’ qual è la rilevanza...

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): ha un’attinenza con la pratica, Presidente?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): glielo chiediamo, Avvocato, ce lo dirà l’Avvocato Paola.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): lei ricorda, Professore, se sono intervenuti... chi sono i soggetti...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato Paola, in questo tema di prova, qual è l’attinenza col nostro processo?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): sempre per quanto riguarda, Presidente, appunto i rapporti diciamo con il Presidente Greco , voglio chiedere...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ma nell’arbitrato che influenze ha avuto il Presidente Greco ?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): ecco, voglio chiedere al Professore se per caso intervenne come Consulente tecnico, appunto, nominato dal Professor D’Alessandro in questo arbitrato, anche la figlia del Presidente Greco.

FLORIANO D'ALESSANDRO: no.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): lo esclude?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): ecco, io allora le rappresento che, appunto, in questo rapporto di Polizia Giudiziaria si evidenzia il contrario, cioè dice che appunto in questo arbitrato sono intervenuti oltre al Dottor D’alessandro, anche la Dottoressa Maria Elena Greco, figlia di Ivo, e il Dottor Tanzi in qualità di C.T.U..

Lei ricorda questa...

FLORIANO D'ALESSANDRO: l’Avvocato...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Professor D’Alessandro, scusi. Il ruolo che lei vorrebbe accreditare per la figlia del Dottor Greco  quale sarebbe stato in base a questa...? Perché non riesco a capire qual era il ruolo...

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): quello di Consulente, appunto, intervenuta in questo arbitrato alla pari del Professor D’Alessandro...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quindi Consulente tecnico nel quadro della procedura arbitrale.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): nel quadro della procedura arbitrale...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ma nominato da chi?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): in cui...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): nominato da chi, però?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): prego?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Consulente nominato da chi?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): ma, riterrei direttamente dal Professor D’Alessandro, in cui... arbitrato, in cui era Giudice Unico...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): lei era Consulente in questa vicenda?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, Presidente, si tratta di un...

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): no, era Giudice Unico...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): silenzio.

FLORIANO D'ALESSANDRO: si tratta di un arbitrato, io ero Giudice... ero...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): il Giudice... l’Arbitro.

FLORIANO D'ALESSANDRO: ero Arbitro Unico.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho capito.

FLORIANO D'ALESSANDRO: l’Avvocato Greco a cui si riferisce il collega è la... è una giovane collega, fu da me nominata Segretario dell’Ufficio Arbitrale, in questo...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho capito, quindi non intervenne con un ruolo attivo nella procedura ma, diciamo, in ausilio a lei, sostanzialmente.

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, è un Ufficio che normalmente è presente negli Arbitrati, fa le veci del Cancelliere del Giudice Arbitrale.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho capito.

Altre domande, Avvocato?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): sempre, ecco basandomi su questo documento, ci furono... ecco, voglio dire... lei ricorda...

DIFESA IMPUTATI CAPALDO E CARBONETTI (AVV. D'ALESSANDRO): Presidente, scusi, io faccio formale opposizione, perché l’Avvocato Paola sta utilizzando un verbale, la domanda la vuole fare sul verbale...

PARTE CIVILE (AVV. PETRUCCI) ...(incomprensibile, voce lontana dal microfono).

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato Petrucci, la prego, facciamo formulare l’opposizione e poi la valuteremo.

DIFESA IMPUTATI CAPALDO E CARBONETTI (AVV. D'ALESSANDRO): non è stato acquisito il verbale al fascicolo del dibattimento, gli operanti non sono stati sentiti, quindi non credo che lo possa utilizzare come presupposto per formulare le domande.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): lo sto facendo... lo posso utilizzare...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): dunque, il Presidente consente la domanda, perché una cosa è l’acquisibilità diretta dell’atto e una cosa la consultabilità di un atto di P.G., che essendo atto estensibile a tutte le Parti processuali, può essere fonte di informazioni e quindi legittimamente fonte di domande, salvo eventuali approfondimenti ove necessario.

Prego, Avvocato Paola.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): lei ricorda di aver partecipato a delle cene insieme al Presidente Greco?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, più volte.

DIFESA IMPUTATI CAPALDO E CARBONETTI (AVV. D'ALESSANDRO): io mi oppongo a questa domanda perché non è rilevante e pertinente ai temi...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): la domanda, in realtà, dei rapporti, è già stata formulata; la domanda per vari aspetti è rilevante, dovendosi tra le altre cose valutare l’attendibilità di altre testimonianze.

Prego, Avvocato Paola.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): lei ricorda se a qualcuna di queste cene partecipò anche l’Avvocato Bernardo Benincasa?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): vi furono anche, per quanto di sua diciamo conoscenza, oppure per quanto riguarda i suoi ricordi, eccetera, dei viaggi, diciamo, all’estero, oltre frontiera, per esempio in Svizzera o in Austria, da parte del Presidente Greco insieme a lei, oppure da solo?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, io... se l’obiettivo di queste domande è accertare se io abbia una frequentazione anche sociale con il Presidente Greco, la risposta è sì, io incontro il Presidente Greco in casa di amici, come incontro tanti altri Magistrati e colleghi.

Viaggi all’estero con lui non ne ho mai fatti.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): all’epoca dei fatti, sempre, all’epoca dei fatti.

FLORIANO D'ALESSANDRO: all’epoca dei fatti, precedentemente e successivamente.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): altre domande?

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): no, nessun’altra domanda.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): le Parti Civili, Avvocato Rosi.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): Francesco Rosi, Difensore di alcune Parti Civili.

Professor D’Alessandro, vorrei ritornare un attimo al problema di Agrifactoring.

Fu nominato il Commissario Giudiziale in quella procedura?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, io fui nominato Liquidatore...

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): no, no, lei Liquidatore, siamo d’accordo.

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): fu nominato un Commissario Giudiziale?

FLORIANO D'ALESSANDRO: certo.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): e chi era all’epoca il Commissario Giudiziale?

FLORIANO D'ALESSANDRO: il collega Francesco Giorgianni.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): senta, ma in quella occasione, che a lei risulta, perché lei è intervenuto subito dopo, nel ’92, ma chi... è stata fatta una verifica di questi titoli, cioè se esisteva un documento, c’è stata una informazione per comprendere effettivamente se questi titoli effettivamente avevano questa garanzia?

Come poi è emerso nel ’94, come mai solo dopo due anni un documento così importante che forse doveva essere allegato...

FLORIANO D'ALESSANDRO: questo me lo chiedo anch’io, evidentemente era sfuggito, era sfuggito prima.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): essendo così rilevante la questione, facendo perdere una garanzia per tutto questo quantitativo di denaro, lei in qualità di Liquidatore non si è posto il problema di dover sollevare un’azione di responsabilità a qualcuno all’interno di Agrifactoring?

Come mai è passata così, un’azione semplice, civile, laddove invece era difficilmente rimontabile, proprio dal dettato normativo, che non permetteva un’operazione del genere.

FLORIANO D'ALESSANDRO: io ho dedicato i miei sforzi, in una prima fase, a tentare di recuperare questo privilegio.

Dopo la Sentenza che ha respinto la mia domanda in questo senso e dopo la transazione con Federconsorzi... dopo, dicevo, la Sentenza che rigettò il mio tentativo di far riconoscere questo privilegio e dopo la transazione con Federconsorzi nel corso della quale il privilegio era stato... la pretesa al privilegio era stata abbandonata a fronte di concessioni su altro piano della procedura Federconsorzi, mi posi questo problema delle responsabilità; d’accordo con il Giudice Delegato chiesi un parere ad un autorevole collega su questo specifico aspetto, il parere fu in senso negativo.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): chi è stato a dare questo parere?

FLORIANO D'ALESSANDRO: il Professor Vittorio Colesanti, dell’Università di Milano.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): escluse la responsabilità su quale presupposto?

Perché non era individuabile il soggetto responsabile oppure perché non si rappresentava in generale una responsabilità?

FLORIANO D'ALESSANDRO: escluse la responsabilità, se ricordo bene, sulla base della negazione della esistenza del privilegio.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): scusi, può ripetere? Non ho capito.

FLORIANO D'ALESSANDRO: la maniera abbastanza abnorme e singolare con la quale... normalmente un pegno su cambiali si costituisce con una girata in garanzia, queste cambiali erano state girate in pieno, non in garanzia.

A fronte della girata in pieno esisteva una scrittura che qualificava questo trasferimento come trasferimento a titolo di garanzia.

È dubbio che la... è dubbio che questo insieme di atti fossero sufficienti a produrre l’effetto di generare il pegno e la Sentenza del Tribunale di Roma che ha rigettato la domanda si occupa incidentalmente, perché poi arriva alla conclusione sulla base di una ratio decidenti parzialmente diversa, ma si occupa incidentalmente anche della questione se il pegno sussistesse, e finisce col concludere negativamente.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): non è stato posto anche il problema che queste comunque erano cambiali agrarie, quindi già di per sé potevano avere questo...

FLORIANO D'ALESSANDRO: beh, questo è un problema diverso, il problema era se esisteva il privilegio nei confronti del girante Federconsorzi.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): quindi lei alla procedura ha rimesso il parere e quindi ha detto che non c’era necessità... non c’erano elementi per poter individuare responsabilità... nessun soggetto, diciamo, quindi ha privilegiato la fase di recupero rispetto...

Ma la Sentenza non ha dato, oltre diciamo a rigettare l’istanza, una fortissima diciamo condanna alle spese, che lei ricordi?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, mi ricordo che il valore della causa era ingente e la condanna alle spese era in proporzione del valore della causa.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): quindi...

FLORIANO D'ALESSANDRO: in questo momento non ricordo il quantum.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): tre miliardi e due di spese legali, quindi una questione abbastanza...

Quindi senta, che lei ricordi, chi ha espresso materialmente il voto in assemblea per l’approvazione del concordato?

FLORIANO D'ALESSANDRO: presumo che sia stato il Liquidatore statutario.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): cioè?

FLORIANO D'ALESSANDRO: vuole il nome?

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): sì.

FLORIANO D'ALESSANDRO: Domenico Fazzalari .

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): quindi...

FLORIANO D'ALESSANDRO: che era il Legale Rappresentante di Agrifactoring.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): Domenico...

FLORIANO D'ALESSANDRO: Fazzalari.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): quindi lì lui ha... sulla base del provvedimento del Giudice...

E quindi quando è stata fatta la richiesta di autorizzazione al voto, l’autorizzazione al voto, quell’istanza, chi l’ha firmata, sempre questo Domenico Fazzalari?

FLORIANO D'ALESSANDRO: l’ha firmata il Legale Rappresentante della società.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): sempre...

FLORIANO D'ALESSANDRO: Fazzalari.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): Domenico Fazzalari.

Quindi in questo caso nessuno... essendo lui il Legale Rappresentante, non si è posto poi il problema, questa persona... lei non ha fatto nessuna... una richiesta a questa... successivamente al ’94 lei, quando ha rinvenuto questi documenti...

FLORIANO D'ALESSANDRO: io scrissi una lettera al Dottor Fazzalari chiedendogli conto di questa vicenda e ebbi da lui una risposta che non ricordo con precisione, che comunque era nel senso che lui aveva ignorato questa... l’esistenza di questo pegno.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): precedentemente, prima della liquidazione, chi era il Legale Rappresenta... chi era il Presidente della società Agrifactoring?

FLORIANO D'ALESSANDRO: non lo so.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): lei in precedenza non aveva fatto, nell’ambito dell’attività di consulenza che aveva avuto nel ’90 e ’91, non aveva mai avuto conoscenza della situazione di Agrifactoring?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): e quindi delle problematiche dello sconto delle cambiali agrarie con Agrifactoring ?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): quindi lei su quei pareri fatti fra il ’90 e il ’91, lei... che vertevano anche sulla situazione finanziaria e sulla situazione debitoria della Federconsorzi , questo aspetto, anche abbastanza rilevante, perché comunque di fatto svolgeva un’attività rilevante, la disconosceva completamente?

FLORIANO D'ALESSANDRO: non capisco la domanda.

Io avevo, diciamo, un rapporto di consulenza con i Commissari Governativi, i quali di tempo in tempo, la cosa si è ripetuta però tre o quattro volte, credo, non di più, mi ponevano un quesito specifico quando si imbattevano in un problema che sembrava loro meritevole di essere studiato con particolare attenzione.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): mi riferivo alla risposta che lei ha dato precedentemente, al fatto che lei nel ’90 e nel ’91 è stato Consulente di Federconsorzi.

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): e quindi per le attività che lei svolge e per le conoscenze che lei ha, ha sicuramente affrontato problematiche inerenti a quella che è la situazione, avendo poi del resto approfondito il problema della situazione, della soluzione delle attività, quindi..

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, no, ma non era... chiedo scusa, forse mi sono espresso male; non era una, come dire, mi si passi l’espressione, una consulenza a tutto campo.

Io venivo richiesto di pareri specifici su quesiti determinati relativi a problemi di diverso genere che i Commissari Governativi appunto stimavano meritevoli o bisognosi di essere studiati con particolare attenzione.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): ritorno allora al... no, perché i Commissari Governativi, come sappiamo perfettamente, loro vengono insediati solo nel maggio ’91, lei riferiva che lei ha svolto attività di consulenza tra il ’90 e il ’91 e quindi presumibilmente prima dell’attività di commissariamento.

Allora, questa... un conto è fare delle attività di pareri per Federconsorzi commissariata e quindi ha delle... un conto fare altra attività di consulenza per la Federconsorzi prima.

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, non c’è mai stata attività prima, forse mi sono sbagliato sulle date.

Io penso che la nomina dei Commissari Governativi di Federconsorzi risalga ad epoca anteriore al maggio ’91.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): ma...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): no, no, è pacifico questo, un dato pacifico, mi pare il 17 maggio, se non erro.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): quindi i suoi riferimenti al ’90 sono riferimenti a Federconsorzi... Federconsorzi.

FLORIANO D'ALESSANDRO: e allora non... io ho assistito esclusivamente i Commissari Governativi.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): quindi lei in questa fase di, diciamo, di assistenza ai Commissari Governativi, lei ha... non ha mai trattato, non le è mai stato posto il problema delle attività di Agrifactoring per Federconsorzi.

FLORIANO D'ALESSANDRO: mi pare proprio di no.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): altro?

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): con chi riferiva lei?

L’attività di consulenza a favore di chi la svolgeva personalmente?

A tutti e tre distintamente o a uno solo dei...

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, no, a tutti e tre, al Collegio dei Commissari Governativi.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ma anche nel momento della formulazione dei quesiti, erano quesiti concordati dai tre Commissari oppure c’era uno che in particolare...?

FLORIANO D'ALESSANDRO: francamente non ricordo la lettera da chi fosse firmata, ma...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ma le venivano inviate delle lettere con cui venivano le richieste?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho capito.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): quindi... lei non ha mai incontrato poi i Commissari oppure è stata sempre un’attività di...

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, no, li ho incontrati, alcuni di loro... il Professor Gambino è un Professore di diritto commerciale come me, abbiamo fatto tutta la carriera insieme, ci conosciamo da quando avevamo vent’anni, ventidue anni.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): senta, lei quando ha iniziato a svolgere questa attività era già venuto a conoscenza del Piano Capaldo?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato, scusi, mi perdoni...

FLORIANO D'ALESSANDRO: quale attività?

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): nel ’90 non svolgeva attività, nel ’91 con i Commissari...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): siamo nel corso di questa sua...

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): di questa attività.

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, io avevo sentito parlare del Piano Capaldo.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): e lei già conosceva il Professor Capaldo oppure...

FLORIANO D'ALESSANDRO: il Professor Capaldo  insegna nella mia facoltà e siamo colleghi da un quarto di secolo, grossomodo.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): quindi lei aveva già conoscenza del Professor Capaldo .

Relativamente alla Federconsorzi , aveva avuto modo di parlare della Federconsorzi con il Professor Capaldo ?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): grazie.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): altre domande?

Avvocato Fiorucci, prego.

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): Avvocato Fiorucci, per il Consorzio di Perugia.

Le volevo fare una domanda relativamente, diciamo, ad un documento che è rappresentato da una missiva firmata dal Direttore Generale di Federconsorzi e porta la data del 12 gennaio ’94, è diretta al Professor Picardi e al Professor D’Ercole, nella quale si fa, diciamo così, la storia di alcune cambiali che erano state oggetto di transazione tra il Consorzio Agrario Provinciale di Perugia  e la Federconsorzi.

Segnatamente, mi interessava sottoporre alla sua attenzione un passaggio di questa missiva che riguarda proprio la cessione da parte di Federconsorzi e con comunicazione dell’allora Direttore Finanziario, Dottor Lorenti, con la quale la Federconsorzi, appunto, ha ceduto in garanzia ad Agrifactoring in due trance, esattamente il 29 aprile ’91 e il 7 maggio del ’91, l’intero pacchetto di cambiali emesse dal Consorzio  di Perugia con scadenza ’92, a fronte di una linea di credito che Agrifactoring ha aperto appunto a Federconsorzi.

A lei questa circostanza risulta, nella sua qualità di Liquidatore della società in quel periodo?

FLORIANO D'ALESSANDRO: francamente non mi ricordo se tra le cambiali ce ne fossero anche del Consorzio Agrario di Perugia .

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): quindi non ricorda... lo esclude?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, non lo posso escludere né confermare, non lo so.

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): non ne è a conoscenza.

Quindi per quanto riguarda la circostanza sempre che risulta da questo documento, del quale chiedo al Presidente l’acquisizione, Agrifactoring per questa cessione in garanzia non ha anticipato a Federconsorzi alcuna somma e quindi la stessa Agrifactoring non ha chiesto di inserire questo credito nel passivo della Federconsorzi, quindi dovrebbe essere una circostanza che le risulta in quanto non è stata, come dire, azionata...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): il documento a firma di chi è, scusi?

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): del Dottor Bambara.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): mostriamolo questo documento, a questo punto.

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): sì.

L’importo delle cambiali è...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): mostriamo il documento, Avvocato, se lei chiede di produrlo lo mostriamo al teste e poi vediamo.

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): sì.

FLORIANO D'ALESSANDRO: qui leggo che la Federconsorzi ha ceduto in garanzia ad Agrifactoring  in due trance l’intero pacchetto di cambiali emesse dal Consorzio di Perugia a fronte di una linea di credito a suo tempo accordata a Federconsorzi dalla stessa Agrifactoring.

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): sì.

FLORIANO D'ALESSANDRO: presumo che sia uno dei gruppi di cambiali sui quali era costituito il famoso pegno.

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): penso, nel senso che poi queste cambiali, per parte, come poi spiega il seguito della missiva, è stata posta all’incasso, quindi con danno del C.A.P. di Perugia per quell’importo di 37 miliardi, di cui si fa menzione alla pagina precedente.

FLORIANO D'ALESSANDRO: sono state messe all’incasso nel senso che sono state insinua... il Consorzio di Perugia è in liquidazione coatta?

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): sì, esattamente, il Consorzio ha avuto...

FLORIANO D'ALESSANDRO: e Agrifactoring ...

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): ...chiedo scusa... chiedo scusa, il credito è stato ritualmente insinuato al passivo della liquidazione e del concordato della Federconsorzi  per questo ammontare riconosciuto ed inserito dal Commissario Giudiziale del concordato Federconsorzi nella categoria A2, per la somma appunto di 37.321.000.000 (trentasette miliardi e trecentoventunomilioni) circa.

FLORIANO D'ALESSANDRO: non ho capito la domanda, mi perdoni.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): neanch’io, confesso che inizia a sfuggirmi il senso di tutto quanto.

Lei rappresenta il C.A.P..

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): e si è insinuato in che cosa, in Federconsorzi o in C.A.P.?

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): no...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Agrifactoring  si è insinuata dove?

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): no, no, io non dicevo che...  io dicevo, siccome queste cambiali sono state sostituite... di solito c’era la prassi di sostituire le cambiali che non potevano essere onorate da parte dei C.A.P. con altre; per parte queste cambiali, piuttosto che, diciamo, essere restituite dopo essere state sostituite, sono state girate ad Agrifactoring per una apertura di credito nei confronti della Federconsorzi.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho capito.

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): e quindi poi poste all’incasso con un danno corrispondente del C.A.P. di Perugia il quale ha avuto, appunto... non ha avuto il ritorno di queste cambiali, seppure sostituite con altre di uguale importo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho capito.

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): era questo, soltanto se a lei risultava questa circostanza.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ha notizia di questa vicenda?

FLORIANO D'ALESSANDRO: non esattamente, mi pare di capire che ci sia stata una duplicazione del debito in capo al Consorzio Agrario, per effetto però del comportamento di Federconsorzi.

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): sì, sì, che aveva... lei, come Liquidatore di Agrifactoring  in quel periodo in cui risulta essere stata avvenuta la cessione di queste due trance di cambiali, se le risultava dalla lettura dei documenti di cui ha avuto disponibilità, che ci fosse stata questa transazione per ottenere da parte di Federconsorzi questa linea di apertura di credito, in virtù della cessione in garanzia di queste cambiali del Consorzio di Perugia.

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, io ipotizzo... non sono a conoscenza e non ricordo con precisione questo particolare episodio; ipotizzo che Agrifactoring, se ha delle... se tra i beni ceduti ai creditori che io sono preposto a liquidare trovo delle cambiali, aziono il credito cambiario nei confronti di tutti gli obbliganti; quindi avrò agito nei confronti di Federconsorzi perché mi sia riconosciuto il credito nei confronti di Federconsorzi, e avrò chiesto l’insinuazione al passivo della liquidazione coatta del C.A.P. Perugia per... azionando l’azione cambiaria diretta.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): chiede di produrlo questo documento, Avvocato?

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): sì.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): mostriamolo alle Parti.

PARTE CIVILE CONSORZIO AGRARIO DI PERUGIA (AVV. FIORUCCI): Presidente, chiedo scusa, lo produrrei alla fine dell’udienza, perché poi non conservo copia.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): d’accordo, si riserva di produrre il documento.

Intanto le Parti possono peraltro consultarlo.

Le Difese hanno domande?

Avvocato Lemme, prego.

PARTE CIVILE (AVV. PETRUCCI): Avvocato Petrucci.

Io, Avvocato D’Alessandro, soltanto una specificazione in merito alla questione dell’Arbitrato dove lei fu Giudice Unico della società... della Alenia e della Edicima S.p.A..

Lei ricorda quale compenso percepì la Dottoressa Greco per quell’incarico?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, assolutamente no.

PARTE CIVILE (AVV. PETRUCCI): è possibile che percepì 50 milioni?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, è possibile, era una vertenza molto importante che riguardava il... era un episodio collaterale all’embargo all’Iraq, esistevano delle commesse dell’Iraq a una società italiana per la costruzione di alcune navi da guerra...

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): ...(incomprensibile, voce lontana dal microfono).

FLORIANO D'ALESSANDRO: prego? Forse erano più di sei, erano una decina, mi pare di ricordare, di navi da guerra, che erano state costruite in Italia e non erano state potute consegnare all’Iraq per via dell’embargo, questo aveva creato naturalmente una serie di...

PARTE CIVILE (AVV. PETRUCCI): questo lo capisco benissimo.

Le volevo chiedere, lei come mai chiamò la Dottoressa Greco?

Già altre volte avevate lavorato insieme, avevate già dei rapporti? Come mai fece questa scelta?

FLORIANO D'ALESSANDRO: come ho detto prima, io avevo rapporti anche sociali con queste persone e credetti di far bene affidando questo incarico ad una giovane collega che aveva...

PARTE CIVILE (AVV. PETRUCCI): glielo chiese il Presidente Greco di chiamare sua figlia?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no.

PARTE CIVILE (AVV. PETRUCCI): grazie.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato Fabbri .

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): volevo sapere se lei, Professore, ha mai avuto rapporti di consulenza o di altro genere con la S.G.R..

FLORIANO D'ALESSANDRO: no.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): lei ha mai partecipato alla società come creditore di Federconsorzi ?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, io non... rapporti con S.G.R. nella mia... per l’ufficio ricoperto nel concordato Agrifactoring.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): e basta?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

PARTE CIVILE (AVV. FABBRI FRANCESCO): grazie.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato Lemme...  ancora, Avvocato.. fate rapidamente, perché sennò... è il primo teste, ne abbiamo tanti e dobbiamo interrompere alle due e mezza, scusate, un po’ di ...(incomprensibile) da parte di tutti, questo lo dico una volta per tutte, perché altrimenti non ci intendiamo.

Prego, Avvocato Rosi.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): solamente una... perché non partecipò Agrifactoring alla costituenda società S.G.R. ?

Cioè, quale è stato il motivo per cui...?

FLORIANO D'ALESSANDRO: la cosa risale ad epoca anteriore alla Sentenza di omologazione, immagino.

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): perché la possibilità di intervenire in S.G.R., tra virgolette, doveva essere una società a porta aperta, quindi anche dopo...

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, no, voglio dire, la costituzione di S.G.R. a quando risale?

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): è successiva.

FLORIANO D'ALESSANDRO: successiva.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): sì, certo.

FLORIANO D'ALESSANDRO: al concordato Agrifactoring.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): sì, sì.

FLORIANO D'ALESSANDRO: io non... Agrifactoring  non fu invitata a partecipare ad S.G.R..

PARTE CIVILE (AVV. ROSI FRANCESCO): grazie.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): altre domande?

Avvocato Lemme, prego.

FLORIANO D'ALESSANDRO: d’altronde credo che non avrebbe potuto, perché non... era in concordato preventivo con liquidazione dei beni.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): prego.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): Professor D’Alessandro, solo alcune domande relative ai suoi rapporti con il Presidente Greco.

Lei ha parlato di frequentazione sociale con il Presidente Greco.

Può qualificarsi commensale abituale del Presidente Greco?

FLORIANO D'ALESSANDRO: non... mi sono sempre interrogato sull’esatto significato di questa espressione che si legge credo nel Codice di Procedura Civile.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): certo.

FLORIANO D'ALESSANDRO: credo che sia difficile attribuire un significato tale da giustificare una risposta affermativa a questa domanda.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): quindi lei non è da considerare un commensale abituale del Presidente Greco .

FLORIANO D'ALESSANDRO: no.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): lei si dà del tu o del lei con il Presidente Greco?

FLORIANO D'ALESSANDRO: mi do del tu.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): ecco, per caso, dato che i colleghi hanno fatto riferimento alla presenza dell’Avvocato Bernardo Benincasa, si tratta dei due pranzi l’anno che fa a casa sua l’Avvocato Benincasa?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): ecco.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): scusi, mi perdoni, ci incuriosisce sul perché due e non uno...

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, c’è una risposta, Presidente.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): c’è una risposta, Presidente, le mie domande non sono mai senza senso, lui fa due pranzi l’anno...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): proprio perché lo do per scontato...

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): lui fa due pranzi l’anno: uno in autunno perché è la stagione dei funghi e un altro in primavera, non mi ricordo per quale occasione, e dato che sono anch’io un frequentatore di questi pranzi, ecco, volevo sapere chi erano gli altri frequentatori...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho capito.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): ...per vedere se è una cosca massonica, se è un’associazione a delinquere...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato, non è...

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): Presidente...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): è fuori...

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): ...(incomprensibile, voce lontana dal microfono).

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato Paola, la prego, no... il tema...

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): no, lei per cortesia non interviene.

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): no, lei non può continuare...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato Paola, la prego, Avvocato Lemme, pure.

Allora...

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): Presidente, mi perdoni...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): il commento, diciamo, è fuori luogo, Avvocato.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): mi perdoni, Presidente...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): perché nessuno pone la questione in questi termini.

Formuliamo pacatamente la domanda, il Professore risponderà.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): allora, la domanda che io ho posto pacatamente al Professor D’Alessandro è: le sue frequentazioni con il Presidente Greco , anzi, oggi Avvocato Greco, perché si è... è andato in pensione e si è iscritto all’Albo degli Avvocati; le sue frequentazioni con il Presidente, ora Avvocato, Greco, in che cosa si traducono materialmente?

Perché io l’ho incontrata spesso a questi pranzi, che due volte l’anno fa l’Avvocato Bernardo Benincasa, uno in autunno e un altro in primavera; ecco, ci sono ulteriori frequentazioni con il Presidente Greco  o tutto si risolve in questi due pranzi l’anno?

FLORIANO D'ALESSANDRO: i due pranzi l’anno a cui si riferisce l’Avvocato Lemme sono delle piacevoli riunioni di un gruppo di trenta amici o quaranta amici che sono per lo più addetti ai lavori, cioè Avvocati o Docenti o Magistrati.

Io ho il piacere...

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): dove avvengono questi pranzi?

FLORIANO D'ALESSANDRO: a Fregene ed ho il piacere di essere invitato da lungo tempo a questa consuetudine.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): l’argomento è stato sviscerato, adesso senza chiedere...

FLORIANO D'ALESSANDRO: posso anche... posso anche...

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): Presidente, invece è importante...

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): non ha rilevanza, Presidente.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): Presidente, è importante...

FLORIANO D'ALESSANDRO: posso anche ricordare...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): mi rendo conto, però...

PARTE CIVILE (AVV. PAOLA FRANCESCO): è irrilevante, Presidente.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): Presidente...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): no, no, la rilevanza può esserci, solo voglio dire...

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): la rilevanza, Presidente, è questa...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ...limitiamola all’essenziale.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): la rilevanza è questa: vorrei sottolineare che a questi pranzi partecipano tante persone che non hanno avuto alcun incarico, alcuna prebenda in questa vicenda della Federconsorzi.

Mi sembra che, visto che abbiamo esplorato a tutto campo, questa domanda possa avere una sua rilevanza.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): d’accordo Avvocato, però il problema è che il Professor D’Alessandro sul tema ha già risposto, ha parlato di suoi rapporti sociali con il Dottor Greco, nessuno può desumerne alcunché di diverso se non nel rapporto di una cordiale frequentazione, diamo per scontato questo.

DIFESA IMPUTATO GRECO (AVV. LEMME FABRIZIO): va bene, allora se questa è l’interpretazione corretta di quanto ha detto il Professor D’Alessandro...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): e altrimenti non potrebbe essere; altre domande da parte delle Difese?

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): Avvocato Zaganelli, Difensore di Carbonetti; Professore...

FLORIANO D'ALESSANDRO: Difensore...?

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): Carbonetti; mi riferisco alla Sentenza Agrifactoring ...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato Zaganelli, lievemente più ad alta voce, temiamo di perderla.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): sì; mi riferisco alla Sentenza Agrifactoring Federconsorzi ; quando è stata emessa, ricorda? ’95, ’96?

FLORIANO D'ALESSANDRO: più tardi, francamente non me lo ricordo, penso intorno al ’97, ’98.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): ’97; ricorda i componenti del Collegio?

FLORIANO D'ALESSANDRO: però posso rispondere a questa domanda, perché ce l’ho qui...

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): se il Presidente autorizza può...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): prego, è autorizzato a valutare, a consultare l’atto.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): può consultarla.

FLORIANO D'ALESSANDRO: la Sentenza è stata depositata il 15 ottobre del 1998.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): ’98; i componenti del Collegio, per favore?

FLORIANO D'ALESSANDRO: la Sentenza è del Dottor Giovanni Briasco, all’epoca e tuttora, per quanto ne so, Presidente della Sezione fallimentare del Tribunale di Roma , in veste di...

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): precisiamo meglio, perché è stato Presidente del Tribunale di Orvieto Briasco .

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): esatto.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): noto all’Ufficio.

FLORIANO D'ALESSANDRO: in veste di Giudice Unico.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): Presidente, io chiederei alla cortesia del Professor D’Alessandro, se la Sentenza la può depositare, l’acquisirei, ne facciamo subito una copia e la restituiamo.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): la Sentenza alla quale fa riferimento è esattamente tra quali Parti?

FLORIANO D'ALESSANDRO: la Sentenza è tra Agrifactoring e Federconsorzi ed è la Sentenza che rigetta la mia richiesta...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ce l’abbiamo, fa parte del fascicolo.

FLORIANO D'ALESSANDRO: ...che sia riconosciuto il debito.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): ce l’avete, no?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): certamente.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): c’è già?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): come no, è scritta... la riconosco perché è scritta da un amanuense, per cui è indistinguibile.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): va bene; Professore, ricorda, la domanda di ammissione di Agrifactoring al fallimento Fedit, faceva menzione dell’esistenza di questo privilegio o no?

FLORIANO D'ALESSANDRO: non c’è una domanda di ammissione al passivo del fallimento, perché non è un fallimento, c’era stata una domanda di riconoscimento di... credo che gli organi della procedura Federconsorzi fossero stati, come avviene di solito in questi casi, incaricati di formare un elenco dei creditori e in quella sede Agrifactoring chiese di essere ammessa.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): sono stato impreciso, ma era questa, la domanda di inserzione nell’elenco dei creditori.

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): in questa domanda di inserzione firmata dal... da chi è stata firmata, ricorda?

FLORIANO D'ALESSANDRO: probabilmente da me.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): si faceva menzione dell’esistenza di questi crediti privilegiati?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, perché all’epoca io stesso li ignoravo.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): e lei ne è venuto a conoscenza due anni dopo con documenti esibitigli da chi? Se ricorda; l’ha già detto...

FLORIANO D'ALESSANDRO: francamente non lo so, io vedevo montagne di carte, anche con l’aiuto di un coadiutore e a un certo punto tra queste carte emersero questi atti di costituzione del pegno.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): e se le dico che è stato il Dottor Conti  a farle vedere questa documentazione?

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, è probabile che sia stato lui che appunto è il capo di questa piccola struttura...

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): e l’esistenza di questo rapporto di privilegio per i crediti in questione, risultava soltanto dalle lettere delle quali era venuto a conoscenza in questa occasione, non c’era altro documento?

FLORIANO D'ALESSANDRO: io l’ho appresa da quella fonte.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): le risulta che ci fossero altre fonti?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): le risulta ancora che la domanda in questione era stata corredata da una relazione estimativa del Consulente Piga?

Ricorda l’esistenza di una consulenza Piga ?

FLORIANO D'ALESSANDRO: l’Avvocato Piga, sì, credo che abbia svolto un incarico di tipo valutativo nel corso della procedura di concordato.

Per procedura di concordato io intendo il periodo anteriore alla Sentenza di omologazione e quindi anteriore alla mia nomina.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): quindi Piga è stato incaricato dagli organi del Tribunale di fare questa consulenza estimativa.

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): in questa relazione si fa riferimento all’esistenza di questo credito privilegiato?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, evidentemente no.

DIFESA IMPUTATO CARBONETTI (AVV. ZAGANELLI STELIO): grazie.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): altre domande?

Una sola domanda... domande Avvocato?

DIFESA IMPUTATO CAPALDO E RESP. CIVILE S.G.R.  (AVV. DEL RE MICHELE): Del Re per Capaldo ed S.G.R.; Professore, vorrei soltanto una precisazione: questo mucchio di cambiali, per chiamarle così, intanto erano cambiali agrarie o erano cambiali ordinarie?

Queste relative alla garanzia su atto separato.

FLORIANO D'ALESSANDRO: io presumo che fossero almeno in parte cambiali agrarie.

DIFESA IMPUTATO CAPALDO E RESP. CIVILE S.G.R.  (AVV. DEL RE MICHELE): almeno in parte; cioè, quindi fossero appunto dei rapporti della Federconsorzi con anche, diciamo così, gli ultimi utenti del servizio, che sono gli agricoltori che emettono le cambiali agrarie.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): Avvocato...

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì, io credo che la struttura fosse l’agricoltore emittente a favore del Consorzio Agrario, il Consorzio Agrario girava a Federconsorzi e Federconsorzi girava ad Agrifactoring .

DIFESA IMPUTATO CAPALDO E RESP. CIVILE S.G.R.  (AVV. DEL RE MICHELE): quindi il meccanismo, le chiedo, è proprio quello che è stato enunciato dalla collega della Parte Civile e rafforzato, documentato con la lettera che ha esibito; vi era un meccanismo per il quale le cambiali anche in garanzia...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): la domanda, Avvocato.

DIFESA IMPUTATO CAPALDO E RESP. CIVILE S.G.R.  (AVV. DEL RE MICHELE): ...trovavano però la garanzia non direttamente sul titolo, ma su un documento autonomo.

Sì, questo conferma.

FLORIANO D'ALESSANDRO: sì.

DIFESA IMPUTATO CAPALDO E RESP. CIVILE S.G.R.  (AVV. DEL RE MICHELE): e è valido questo tipo di garanzia anche per le cambiali?

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): non deve esprimere un parere, Avvocato, andiamo avanti.

DIFESA IMPUTATO CAPALDO E RESP. CIVILE S.G.R.  (AVV. DEL RE MICHELE): mi ha sollecitato il fatto che...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): il tema è stato sviluppato, sappiamo che...

PUBBLICO MINISTERO (DOTT. RAZZI): tra l’altro un parere l’ha anche espresso.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): l’ha anche espresso e comunque...

DIFESA IMPUTATO CAPALDO E RESP. CIVILE S.G.R.  (AVV. DEL RE MICHELE): non ci sono altre domande.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): bene; Professore, una sola domanda: mi richiamo al parere che lei espresse su sollecitazione del Commissario Governativo, del Dottor Piovano, il parere sulla liquidazione o meno in pendenza di concordato.

Il parere l’abbiamo letto tutti, perché è presente nel fascicolo, un parere ponderoso e molto ricco di spunti, ma le chiedo: lei aveva conoscenza di un qualche orientamento sul punto del Tribunale di Roma ?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): le risulta se il Tribunale di Roma su quella specifica questione si fosse mai pronunciato in qualche modo?

FLORIANO D'ALESSANDRO: adesso non ricordo, io all’epoca feci una accurata, e voglio sperare completa, ricerca di dottrine di giurisprudenza, non ricordo se ci fossero, francamente, precedenti giurisprudenziali del Tribunale di Roma e se io li abbia utilizzati.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): magari anche recenti.

Nella vicenda Agrifactoring è mai emersa la questione in questi stessi termini?

FLORIANO D'ALESSANDRO: no, perché Agrifactoring non... era una società per azioni, non avrebbe potuto essere né commissariata, né sottoposta a liquidazione coatta amministrativa.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ma nel rapporto tra liquidazione e concordato.

Liquidazione, diciamo così...

FLORIANO D'ALESSANDRO: ma Agrifactoring  fu posta in liquidazione dall’assemblea dei soci e il Liquidatore Fazzalari...

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): quindi è anteriore alla liquidazione, poi ci fu il concordato.

FLORIANO D'ALESSANDRO: il Liquidatore Fazzalari ha firmato il ricorso per l’ammissione alla procedura di concordato.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): come Liquidatore?

FLORIANO D'ALESSANDRO: come Liquidatore.

PRESIDENTE (DOTT. RICCIARELLI): ho capito; altre domande per il Professore?

Si accomodi Professore, grazie, può andare.

Il testimone viene licenziato.